Icon Design: debutta in edicola come magazine autonomo

170

Esce domani il nuovo numero di Icon Design, il magazine di design, architettura e arredamento,  nato come evoluzione di Icon, il maschile di alta gamma di Mondadori su moda e lifestyle, diretto da Michele Lupi.

Senza titolo

Dopo il buon esordio del primo numero, in regalo lo scorso aprile con Panorama per celebrare la settimana milanese del design, ora il magazine arriva in edicola da solo, al prezzo di lancio di 3,50 euro.

Dopo le prime tre settimane di distribuzione in edicola, sarà allegato gratuitamente a Panorama a partire dal 12 novembre, oltre a una distribuzione mirata in 150 showroom di design e di moda e in hotel lusso e super lusso di Milano.

Ancora una volta il focus di Icon Design è sulle storie che si celano dietro a oggetti, case e progetti d’avanguardia, secondo lo stile ormai consolidato di Icon, con un’attenzione particolare ai percorsi di vita delle figure più creative del panorama del design mondiale: architetti visionari, grandi fotografi, artisti e designer con un talento fuori dalle righe, tra le proposte più originali in giro per il mondo.

Protagonista della cover story di questo secondo numero di Icon Design è Martino Gamper, l’interprete italiano del design artigiano 2.0, che dal suo studio londinese racconta come la professione del designer debba mantenere la libertà, la curiosità e la ricerca al centro delle propria vocazione.

Da un artista-designer come Gamper a un artista-fotografo come Massimo Vitali, attraverso le foto, l’origine e la storia della sua inconsueta abitazione a Lucca, una chiesa sconsacrata del XIV secolo. Ma l’attenzione al gusto “architettonico” dei grandi fotografi va anche oltreoceano, a New York, dove Icon Design ha visitato la casa di Inez & Vinoodh, il duo creativo ai vertici della fotografia di moda internazionale.

Il gusto per le storie intorno agli oggetti di stile ha portato poi Icon Design alla falegnameria di Cassina dove si costruisce un grande classico la sedia Superleggera di Gio Ponti; così come a Torino con Roberto Giolito, talentuoso Chief-designer di Fiat FCA; o nello studio di Ezio Gribaudo, artista, editore e promotore, che ha attraversato la storia dell’arte del XX secolo.

Sul fronte pubblicitario il nuovo numero di Icon Design ha ottenuto un ottimo riscontro sul mercato, con 77 pagine e la presenza di oltre cinquanta dei migliori brand italiani e internazionali del settore del living e non solo.

Ad accompagnare il lancio sarà l’appuntamento milanese del Milano Design Film Festival (di cui il magazine è media partner), dove il direttore Michele Lupi presenterà, il 18 ottobre alle ore 18 all’Anteo Spazio Cinema, il film Andermatt – Global Village di Leonidas Bieri, selezionato, in collaborazione con Samsung, tra i film in rassegna.