Stop ad Ado San Paolo

di Federico Unnia

Il messaggio pubblicitario “Se non doni, sentiti anche TU COLPEVOLE”, diffuso nei mesi scorsi da Ado San Paolo, è stato ritenuto non conforme all’art. 46 – Appelli al pubblico – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. Il messaggio mostrava l’immagine in primo piano di una mano con un guanto da chirurgo nell’atto di soccorrere quella che probabilmente è la vittima di un incidente, di cui si intravedeva solo un braccio insanguinato. La parte testuale recitava a caratteri cubitali “SE NON DONI, SENTITI ANCHE TU COLPEVOLE” e “IL TUO SANGUE PUO’ SALVARGLI LA VITA!”. 

71-15 ADO

Secondo il Presidente del Comitato di controllo,  tale comunicazione violava  quanto disposto dall’art. 46 del Codice, volto a disciplinare le forme di comunicazione che intendono sensibilizzare il pubblico su temi di interesse sociale. Il messaggio, infatti, al di là degli obiettivi condivisibili della campagna, violava espressamente al divieto di colpevolizzare coloro che non intendono o non possono aderire all’appello, ingenerando nel pubblico sentimenti di turbamento. Da qui il blocco della comunicazione.