La Comunità Papa Giovanni XXIII contro la fame nel mondo con Yes I AM

Tra le ingiustizie che flagellano il mondo c’è la fame, che colpisce oggi più di 800 milioni di persone nel mondo. Una tragedia che si consuma sotto gli occhi di tutti, sempre più vicina anche a noi e che sembra inarrestabile. La Papa Giovanni XXIII, Comunità fondata da don Oreste Benzi nel 1968, vuole alzare la voce per scuotere le coscienze e riportare l’attenzione su un’emergenza spesso sottovalutata.

Con “Aggiungi un pasto a tavola” ormai da 7 anni, i volontari della Papa Giovanni propongono il 26 e 27 settembre in 400 città italiane e in 10 paesi esteri un gesto di solidarietà.

Con un piccolo contributo si riceve un pacco di pasta, donata dall’azienda Divella, e si aiuta la Papa Giovanni a mettere a tavola ogni giorno più di 41.000 persone accolte nelle proprie case e nelle strutture dedicate.

Al termine dell’evento, la pasta rimasta sarà donata a associazioni, mense per i poveri, Caritas, parrocchie in tutta Italia, per diventare un pasto per chi non ce l’ha.

L’evento di quest’anno è promosso da una campagna di comunicazione che vuole portare all’attenzione del grande pubblico l’approccio particolare della Papa Giovanni per cui ogni persona che soffre non è un estraneo, è un fratello da accogliere in casa propria e da far sedere alla propria tavola condividendo con lui la vita di tutti i giorni.

Con il claim “Quel morto di fame di mio fratello” si prende a prestito dal linguaggio comune una sorta di invettiva e si trasforma in una missione che vede in ogni persona sofferente una persona di famiglia.

Le immagini della campagna mostrano lo sguardo di persone in grande difficoltà che ci chiedono di non arrendersi “finché gli ultimi non saranno i primi” come recita questo pay off della Comunità Papa Giovanni XXIII.

L’attività della Papa Giovanni si estende in 36 paesi del mondo, dove la malnutrizione è la prima causa di morte, dove regnano povertà e ingiustizie, perseguendo ovunque la condivisione diretta di vita.

E’ disponibile l’elenco delle postazioni sul sito www.unpastoalgiorno.org.

La campagna è stata realizzata dall’agenzia Yes I AM. Con la direzione creativa di Luca Maoloni e Marco Carnevale hanno lavorato il copy Filippo Santi e l’art Carmelina Gioffrè. La pianificazione della campagna è a cura di UM.