La Stampa lancia il progetto per valorizzare le celebrazioni dei 150 anni della conquista del Cervino

157

Il 2015 è un anno importante per la Valle d’Aosta, si celebrano infatti due eventi che ne hanno fortemente segnato la storia: la conquista nel 1865 della vetta del Cervino e l’anniversario della nascita della Società Guide del Cervino, che tanto hanno contribuito alla popolarità internazionale e allo sviluppo turistico della regione.

Per ricordare e festeggiare la ricorrenza, la Regione Valle d’Aosta e il Comune di Valtournenche hanno organizzato 10 giorni di eventi che dal 10 al 19 luglio coinvolgeranno residenti e turisti in mille attività diverse, sportive, culturali e di relax.

La Stampa e Il Secolo XIX, due tra i principali giornali nazionali, vantano, complessivamente, oltre 1 milione 660 mila lettori, inoltre il quotidiano torinese gode di un forte radicamento sul territorio investito dalle manifestazioni ed è il più amato e seguito in Italia dagli appassionati della montagna grazie alla pagina che le è dedicata ogni domenica sul cartaceo ed alla cliccatissima sezione Montagna del sito web www.lastampa.it/societa/montagna.

Per questi motivi l’Ufficio Regionale del Turismo e Assessorato al Turismo della Valle d’Aosta hanno scelto di rivolgersi a La Stampa per lo sviluppo di un progetto di Branded Content, capace di unire i benefici dell’advertising tradizionale a quelli di una partnership editoriale in grado di produrre contenuti ad hoc di altissima qualità garantiti dalla capacità di storytelling de La Stampa.

Il progetto ha al proprio centro la realizzazione di uno speciale, “Cervino 2015”: un vero e proprio dossier sul Cervino di 8 pagine centrali ed estraibili, che sarà allegato a La Stampa e al Secolo XIX in edicola l’11 luglio.

Ideato da alcune delle migliori firme del quotidiano torinese, come il vice direttore Luca Ubaldeschi ed Enrico Martinet, storica firma della redazione di Aosta, “Cervino 2015” si avvale del contributo esclusivo di personaggi di primo piano del mondo dello sport e della cultura. Reinhold Messner, padre degli ottomila, racconta il suo rapporto con il Cervino, che è riuscito a scalare dopo un primo tentativo fallito. Al suo interno inoltre i lettori potranno rivivere le emozioni delle escursioni del 1865, descritte negli articoli di Enrico Martinet e Enrico Camanni e scoprire nel pezzo dell’antropologo Annibale Salsa le storie di tutti i protagonisti che hanno legato al Cervino il proprio nome. Infine il più celebre alpinista della Valle d’Aosta Hervè Barmasse racconta la Gran Becca vista da tutti i versanti.

10 mila copie del dossier, stampate su carta migliorata più bianca e pesante, saranno realizzate in esclusiva per l’Ufficio Regionale del Turismo-Assessorato Turismo della Regione Valle d’Aosta, che le distribuirà in Valle nei giorni degli eventi ai partecipanti agli eventi che potranno in questo modo approfondire le tematiche alla base di “Cervino 2015”.

In aggiunta all’eccezionalità costituita dallo speciale, La Stampa ha in scaletta, nell’ambito della seguitissima rubrica nazionale “Montagna” pubblicata ogni domenica sul cartaceo, 4 appuntamenti dedicati alla conquista del Cervino e ad un excursus storico che dal 1865 arriva sino ai nostri giorni grazie alle testimonianze dei più importanti alpinisti contemporanei, primo tra tutti Hervè Barmasse.

Infine, in aggiunta ai contenuti prodotti dalla partnership editoriale, a completamento del progetto è prevista un’attività integrativa di advertising classico. Questa comprende tra l’altro una doppia pagina pubblicitaria sull’edizione nazionale de La Stampa che informerà i lettori dei vari appuntamenti in calendario, ed una pianificazione a supporto con spazi riservati sulle edizioni nazionali e locali de La Stampa e su quella nazionale del Secolo XIX.

L’articolato progetto di branded content ideato per “Cervino 2015” è solo il primo esempio che vede La Stampa protagonista di questa forma evoluta di partnership editoriale.

Sono infatti in cantiere altre iniziative “Tailor made” studiate dal quotidiano su richiesta di importanti società che hanno scelto di affidarsi a La Stampa.