#EyesOpen è sui muri di Milano

I graffiti di Peeta, artista di fama mondiale e direttore creativo di #EyesOpen, hanno rinfrescato in più momenti l’estate meneghina. Dopo l’evento di lancio avvenuto il 19, 20 e 21 giugno in Darsena, nel quale diversi artisti insieme a lui si sono esibiti in una tregiorni a base di graffiti a tema #EyesOpen e Café Zero EXXXPRESSO, novità dell’estate 2015, l’evento è proseguito con la realizzazione di due muri: il primo in Corso di Porta Ticinese e il secondo in via Durando, davanti all’entrata del Politecnico in Bovisa.

11372528_1464965993804205_1801215770_n

“Occhi aperti!” – afferma Biancamaria Sansone, Sr. Global Marketing Manager Unilever – “E’ un messaggio chiaro, forte che Café Zero° lancia ai giovani attraverso questa campagna e lo fa attraverso un linguaggio a loro vicino, l’urban art: tenete sempre gli occhi aperti e trovare un modo di proseguire, andare avanti e perseguire i propri obiettivi e sogni”.

Mentre il primo muro a metà di Corso di Porta Ticinese fa un po’ da teaser, apre la campagna, scelta obbligata a seguito dell’incidente occorso a Peeta nei giorni della Darsena, il muro davanti al Politecnico, realizzato in collaborazione con Sparki, illustra tre occhi aperti dietro i quali si celano tre storie di giovani, che hanno ispirato Peeta nella realizzazione dell’opera, e di cui ha interpretato, attraverso il forte impatto che solo la rappresentazione in 3d riesce a creare, la loro indole fiduciosa e piena di energia.

Le storie che hanno ispirato l’artista e la campagna appartengono a Virginia De Martin Topranin, 27enne campionessa italiana di sci di fondo, che con il suo impegno rappresenta al meglio il nostro tricolore – www.virginiademartin.it; Marina Guarino, 32enne lifestyle blogger per newgirls.it, sempre al passo con i tempi e attenta alle ultime tendenze – www.newgirls.it; Andrea Arrigoni, 22enne studente di interior design dello IED Milano; oltre alle storie di Paolo Griffa, talentuoso chef 23enne che ha rappresentato l’Italia al concorso internazionale “International Young Chef of the Year” – www.paologriffa.com; e Guido Bianchini, eclettico musicista 28enne che suona con diversi gruppi a Milano alternandosi tra sassofono e contrabbasso www.mrdewey.it.

Commentando il progetto, Peeta afferma: “Questa campagna con Café Zero° è entrata davvero in risonanza con me, perché riflette il mio personale viaggio esistenziale sotto molti aspetti. Essendo giovane e vivendo in Italia, devi lavorare duramente per ottenere ciò che vuoi, ma sempre tenendo gli occhi aperti per cogliere opportunità in ogni cosa che fai, buona o cattiva che sia, allora avrai ogni chance di riuscire nel percorso che hai scelto. E non solo: sono stato contento di aver creato qualcosa nel mio Paese che contribuirà a far sì che i giovani mantengano la propria ispirazione”.