Assegnati i Superbrands Awards 2015

Superbrands, l’iniziativa che raccoglie le grandi marche per certificarne l’eccellenza e offrire un efficace elemento di valorizzazione della loro immagine sul mercato, ha celebrato ieri sera nell’Auditorium di Radio Italia l’assegnazione dei prestigiosi Superbrands Awards, gli “oscar” della marca.

Gruppo Superbrands_1

Il “Superbrands of the year” è andato a DISNEY che ha conquistato il riconoscimento in qualità di un Superbrands Index° più elevato e di performance di marca che hanno raggiunto valori di eccellenza in tutti i drivers fondamentali (S-factors°) identificati dalla ricerca condotta congiuntamente da Astarea e Demoskopea per definire cosa sia oggi una “super” marca per la gente.

Nel ritirare il riconoscimento, Monica Astuti, Chief Marketing Officer di Disney Italia, ha commentato: “Siamo molto felici per questo premio al valore del marchio Disney: ci impegniamo ogni giorno per far vivere un tocco di magia a milioni di persone con storie e prodotti che sanno catturare le loro emozioni e renderli un pochino più felici e lo facciamo nel grande rispetto dell’insegnamento del nostro fondatore, Walt, e dei valori riconosciuti che il marchio Disney trasmette”.

Nel corso della cerimonia, sono stati consegnati anche i “Superbrands POP Awards”, i premi alle marche più amate che Superbrands ha promosso coinvolgendo direttamente gli ascoltatori di Radio Italia (votati da oltre 1600 fans): BMW è risultata la marca più votata in assoluto e NUTELLA “la marca italiana più amata dagli italiani”.

Il premio “Superbrands passion for branding”, è stato assegnato a Valerio Di Natale, Presidente South Europe di Mondelez, AD di Mondelez Italia e Vicepresidente di Centromarca, per una carriera vissuta all’insegna della passione per il branding e della valorizzazione della marca che ha sempre posto l’attenzione per le persone (collaboratori e consumatori) al centro del proprio modo di fare.

Sono 21 i prestigiosi brand che hanno acquisito lo status di Superbrands 2015: 3M, Alitalia, Aran Cucine, Avis, BMW, Brembo, Candy, CESVI, CheBanca!, Disney, Forza10, ING, LaFeltrinelli, Lamborghini, Nutella, R101, Sandoz, Simply Market, Sottilette, Vaillant e Zucchetti.

La serata è stata anche un momento di importante riflessione sulle sfide che la marca deve affrontare in un contesto economico e sociale sempre più fluido e complesso: si sono alternati sul palco interventi dei membri del Superbrands Council* (Laura Cantoni e Stefano Carlin hanno presentato le raccomandazioni emerse dalla ricerca Astarea-Demoskopea, Andrea Bielli di Sevendots ha presentato la trasformazione in atto negli individui-consumatori, Stefano Del Frate, Direttore generale Assocom, ha evidenziato la ripresa del livello degli investimenti pubblicitari e Andrea Farinet ha portato il suo contributo di valore sul tema del societing premiando CESVI come Onlus Superbrands 2015) oltre a quelli di Marco M. Lupoi, Publishing Director Panini e Responsabile Editoriale Marvel, che ha offerto uno stimolante parallelo tra i valori dei supereroi e quelli delle “super” marche (“da un grande potere derivano grandi responsabilita”), di Patrizia Musso, Docente di Comunicazione in Cattolica, che ha proposto una riflessione sul tema della lentezza e sul concetto di slow brand e di Francesco Morace, Presidente di Future Concept Lab, che ha tracciato gli scenari per una “crescita felice” e proposto la visione di una marca che deve essere capace di raccontare storie carismatiche e di lasciare tracce memorabili per essere davvero “super”.

La musica italiana di Radio Italia è stata la colonna sonora della serata con la sua capacità di generare emozioni condivise e di trasmettere l’energia vitale che è segno distintivo dell’essere Superbrands.