TIM a tutela dell’ambiente, un impegno che si rinnova anche con l’Expo

In occasione del “TIM Energy Day”, l’iniziativa che rientra negli appuntamenti promossi dalla Commissione Europea in occasione della Sustainable Energy Week (15-19 giugno 2015), tenutosi il 18 giugno presso lo spazio TIM in EXPO, sono state ricordate le principali azioni adottate dal Gruppo, alla presenza di Marco Patuano, Amministratore delegato di Telecom Italia, e Giuseppe Sala, Commissario Unico EXPO2015.

Proteggere l’ambiente, migliorare l’efficienza energetica e offrire servizi e soluzioni tecnologiche in grado di ridurre le emissioni di gas ad effetto serra e di altri agenti inquinanti, coinvolgere i propri dipendenti sulle tematiche green, sono queste le linee guida sulle quali si basa la strategia di TIM per la realizzazione di una società digitale, più inclusiva e sostenibile.

Torre di Pero con turbine eoliche

“La tutela e il rispetto dell’ambiente è una delle sfide più importanti che la società, a livello globale, deve affrontare. TIM, leader dell’innovazione e abilitatore del futuro del nostro Paese, è impegnata da tempo su queste tematiche e la sostenibilità è un aspetto integrante del nostro modo di fare impresa” – ha dichiarato Marco Patuano, Amministratore Delegato di Telecom Italia – “Il contributo che TIM può dare al rilancio dell’economia del Paese, va oltre quindi la costruzione delle infrastrutture di rete di nuova generazione e le efficienze interne, e mira a trasferire le tecnologie innovative con impatti ambientali, sociali ed economici positivi per la collettività”.

TIM affronta la lotta al cambiamento climatico da un lato riducendo le proprie emissioni, dall’altro offrendo ai propri clienti prodotti e servizi efficienti di dematerializzazione e soluzioni innovative. In tema di sostenibilità, infatti, l’azienda porta avanti da sempre iniziative volte a ridurre l’impatto dei propri servizi e ad educare a uno stile di vita “sostenibile” attraverso un’ampia gamma di soluzioni “green” per contenere i consumi energetici, abbattere le emissioni di CO2 e migliorare la qualità della vita dei cittadini, dal cloud computing, ai Data Center, alle piattaforme ICT per le piccole e medie imprese.

In EXPO, TIM, “Official Global Partner”, ha dato vita alla prima Digital Smart City italiana realizzando la copertura del sito espositivo con collegamenti a banda ultralarga fissa e mobile di ultima generazione, attraverso la posa di oltre 300 km di fibra ottica e l’installazione di sei antenne 4G LTE macro e 12 micro.

Proprio in prossimità del sito dell’EXPO, TIM sperimenta il microeolico con l’utilizzo di 4 turbine, che producono complessivamente 12kW, poste sulla Torre di Pero per l’autoproduzione energetica che potrebbe essere replicata dall’azienda su strutture di rete. Grazie ai propri data center, TIM ha reso possibile la completa gestione dell’evento attraverso tecnologie cloud, mettendo a disposizione della società e delle aziende partner oltre 450 server virtuali e fisici, oltre 100 terabyte di storage e più di 90 applicazioni e siti web.

TIM ha inoltre realizzato la piattaforma tecnologica alla base della Centrale Comando e Controllo (EC3) di via Drago, il cuore della Smart City di Expo 2015. Basata su un approccio innovativo di integrazione di tutte le tecnologie e di correlazione delle informazioni trattate in logica Big Data, la piattaforma consente a Expo Milano 2015 la gestione della regia, il coordinamento e il tracciamento di tutte i processi tecnologici, logistici e di pubblica sicurezza durante l’evento.