Nuovo look per il portale BRIO

Il nuovo portale di BRIO, l’azienda attiva nella commercializzazione di prodotti alimentari biologici, si presenta in una veste grafica decisamente moderna ed accattivante e arricchito con numerose nuove sezioni.

“Il nuovo sito” – ha sottolineato Elisabetta Amaini dell’Ufficio Marketing di BRIO – presenta una grafica efficace che unitamente ad un linguaggio semplice è in grado di comunicare la massima naturalità, valore da sempre alla base della nostra azienda”.

IMMAGINE SITO BRIO

BRIO offre alla propria clientela prodotti certificati bio, garantendo ai consumatori finali la massima trasparenza e sicurezza grazie al completo controllo di tutte le fasi della filiera.

“Queste produzioni” – dichiara Gianni Amidei, Presidente di BRIO – “Sono coltivate secondo le più moderne tecniche di agricoltura biologica dai nostri soci aderenti alle cooperative La Primavera e Agrintesa, ora presenti sul web con le loro fotografie. A questi si affiancano altri fornitori storici, che seguono scrupolosamente la programmazione produttiva e i disciplinari definiti con i tecnici di BRIO e presentano quindi gli stessi, elevati, standard di qualità e naturalità dei produttori associati”.

“Per quanto riguarda i contenuti” – ha affermato Stefano Soli, Responsabile Marketing di BRIO – “Il nuovo sito dedica ampio spazio all’offerta merceologica, che oltre all’ortofrutta conta numerose altre produzioni alimentari come pasta fresca, trasformati a base di pomodoro, olio di oliva, formaggi, salumi. I prodotti ortofrutticoli freschi destinati alla GDO sono ‘firmati’ dal marchio Alce Nero, che comprende anche una linea top”.

“L’obiettivo di questa sezione” – ha ricordato Soli – “E’ consentire a tutti gli interlocutori di conoscere rapidamente, attraverso il web, le caratteristiche principali dei prodotti BRIO e le tappe percorse per ottenere un elevato livello qualitativo, garantito dall’utilizzo di metodi di produzione biologica”.

“A questo sistema, che prevede l’impiego esclusivo di sostanze naturali e vieta l’uso di prodotti chimici di sintesi ed organismi geneticamente modificati” – ha concluso Amidei – “E’ dedicata un’apposita sezione del nuovo portale BRIO, ideata per offrire ai frequentatori del sito ampie informazioni sulle peculiarità, gli obiettivi e la filosofia delle tecniche di coltivazione rispettose della salute e dell’ambiente”.