Parte la nuova campagna ToyWatch 2015

Il DNA non convenzionale del brand milanese dell’orologeria di lusso trova declinazione in una comunicazione che soverchia i cliché. Scelte visual decise e un claim ironico ne rendono iconici i soggetti.

toywatch

“E questo è solo l’inizio” – promette Fabio Greggio, Direttore Generale di ToyWatch – “Alla tradizionale autocelebrazione propria delle griffe del lusso, in ToyWatch preferiamo l’autoironia, che da sempre contraddistingue le nostre creazioni, così come lo spirito libero di chi sceglie di acquistare i nostri orologi”.

Ed è proprio l’autoironia, celebrata con classe, l’ispirazione della nuova campagna ToyWatch firmata Box2.

Due i soggetti: un dandy contemporaneo con tanto di moustache  ed una lady dalla chioma bianca estremamente fashion, che non lascia nulla di scontato alla sua età. Ad unirli un claim – “Toy What?” – che lascia libero il fruitore di dare la propria lettura all’immagine. Sono i soggetti a porre la domanda irriverente (“Giocattolo a chi?”) o è ToyWatch a fare il verso a coloro i quali ancora non lo conoscono (e che quindi chiedono “Toy..cosa?”)? A voi la scelta.

L’ironia, chiave di lettura comune, è giocata anche sull’inversione delle parti: i modelli di orologio più maschili sono infatti presentati sul soggetto femminile (che richiama ruoli di potere alla Miranda Priestly), mentre quelli femminili campeggiano sul polso di un dandy (stile Mortdecai) che non ha paura di osare.

La campagna stampa apparirà sulle principali testate nazionali e affissioni a partire da maggio 2015 e verrà data massima visibilità al Trade mediante il  “Toy What? Toy Watch Tour”, un programma di eventi itineranti.