Officina 36 un marchio al passo con i tempi anche nella comunicazione

Da marzo 2015 le media relation e la comunicazione del marchio italiano di moda uomo Officina36 sono seguite in tandem da due agenzie basate a Milano e Londra. GWEP public&media relations di Guendalina Perelli e Black Fish Tank sono due strutture flessibili e dinamiche che al meglio riescono a interpretare le esigenze di una realtà che, forte di un riscontro commerciale sorprendente, necessita di un linguaggio al passo con i tempi. Black Fish Tank è stata fondata nel 2012 da Ljudmilla Socci (Westminster University) e Luna Cardilli (Central Saint Martins College of Arts&Design), due professioniste poliedriche appassionate di design, arte, sperimentazioni tecnologiche, artistiche e intellettuali, e viaggi: “based in London but passionate about the world”, nel solo 2014 hanno volato l’equivalente di 6 giri intorno a Marte. L’agenzia di design e comunicazione Black Fish Tank, il cui motto è “imagination happens“, collabora con professionisti provenienti da tutto il mondo e investe molto nei giovani creativi con cui entra in contatto anche attraverso le attività di formazione portate avanti da Ljudmilla e Luna nel campo della comunicazione e dell’immagine. È proprio da una di queste collaborazioni che nasce la prima app di Officina36: inizialmente progetto di tesi di Gianluca Alla, disponibile solo per iPad, grazie all’investimento nella creatività del giovane designer è oggi disponibile anche per tutti i dispositivi iOS e Android.

PH_APP_OFFICINA36_04[1]Anche per la app di Officina36, Black Fish Tank ha realizzato una serie di collage ispirati al tema dell’eroe. È così che i capi, grazie ad un raffinato capovolgimento contestuale, vestono un Gulliver dei nostri giorni, l’Uomo Invisibile, Braccio di Ferro e Capitano Achab, passando per l’Ulisse di Omero. La PE2015 è indossata da eroi e marinai, protagonisti di film o romanzi, persi in qualche paradiso caraibico. Le serie di collage, nate inizialmente per Pinterest, sono diventate la caratteristica distintiva dei visual di Officina36. Per realizzarli Black Fish Tank si avvale dello sguardo elegante e delicato di un nuovo associato dell’agenzia, l’architetto e fotografa Marzia Castelli: a partire dalla serie sugli animali per la PE2014, gli onirici paesaggi montani per l’AI2014-15 passando per interpretazioni ironiche su Halloween e Babbo Natale.
Black Fish Tank cura, oltre al sito e alle campagne, anche una densa attività quotidiana sui social network Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest, che vengono utilizzati per comunicare il brand, per assistere i clienti finali in tutte le sfumature del customer care, dal localizzare il negozio più vicino, fino a dettagliati consigli personalizzati sullo stile. Un’estensione virtuale e globale della prima bottega, nata a Mondolfo, in provincia di Pesaro e Urbino, agli inizi del secolo scorso per mano del nonno dei creatori di Officina36 (36 è il numero della licenza commerciale rilasciata nel 1938 dal Comune di Mondolfo).