Expo, il Padiglione Usa affida la comunicazione a  FleishmanHillard e Ketchum Italia

L’organizzazione “Amici del Padiglione USA Milano 2015” ha scelto un’alleanza tra le agenzie del Gruppo Omnicom, FleishmanHillard e Ketchum Italia, come partner di comunicazione ad Expo Milano 2015. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti dell’America ha incaricato “Amici del Padiglione USA Milano 2015”, un’organizzazione no profit costituita dalla James Beard Foundation e dall’International Culinary Center in collaborazione con la Camera di Commercio Americana in Italia, di creare ed implementare un programma di richiamo per gli Stati Uniti nell’ambito di Expo Milano 2015.

Sotto la loro guida, il Padiglione Americano metterà in luce gli elementi di leadership degli Stati Uniti nel dibattito globale sul tema del cibo, includendo la sicurezza e le politiche alimentari, la scienza e la tecnologia, la nutrizione e la salute– elementi riassunti dal concept del Padiglione: “American Food 2.0: Uniti per nutrire il Pianeta”.

FleishmanHillard e Ketchum Italia coopereranno nella gestione della strategia di comunicazione del Padiglione USA sia in Italia che negli Stati Uniti, assicurando visibilità al Padiglione e alle iniziative correlate come le esposizioni ed il programma di eventi relativi ad American Food 2.0, il Food Truck Nation, il progetto dedicato agli studenti americani “Student Ambassadors” ed il ristorante James Beard, che verrà aperto durante i sei mesi di Expo nel centro di Milano.Rendering USA Pavilion_low

Jerry Giaquinta, Responsabile della Comunicazione del Padiglione USA ad Expo Milano 2015, commenta: “Expo 2015 è una straordinaria occasione di incontro e dialogo con l’Italia e con tutto il mondo. Il Padiglione USA sarà un eccezionale punto di contatto diretto, di racconto ed esperienza delle nostre eccellenze nell’ambito della scienza, della tecnologia e dell’innovazione, poiché gli Stati Uniti hanno molto da condividere sulle sfide del presente e del futuro legate alla sicurezza alimentare ed alla sostenibilità. Questo complesso confronto è animato da tante voci, e crediamo che FleishmanHillard e Ketchum siano in possesso delle competenze integrate necessarie per valorizzare la nostra presenza in questo dibattito mondiale.”

“Siamo lieti – dichiara Kris Balderston, General manager di FleishmanHillard Washinton D.C. – di collaborare con Amici del Padiglione USA Milano 2015 in qualità di agenzia partner e sponsor. Il network Omnicom esprime talenti a livello globale e siamo fieri di contribuire con le nostre capacità e la nostra passione ad un momento di riflessione che riunirà Paesi di tutto il mondo.”

 

AndreaCornelli_Ketchum
Andrea Cornelli, Ad di Ketchum

Andrea Cornelli, Amministratore Delegato di Ketchum Italia aggiunge: “Gli Stati Uniti costituiscono un punto di riferimento globale nell’evoluzione di numerosi temi e trend. Siamo quindi onorati di essere partner di American Food 2.0 e contribuire a diffonderne l’orientamento all’innovazione, che riguarderà sia la tecnologia e il mercato che il cibo, attraverso la presentazione di un’enorme varietà di prodotti enogastronomici, grandi chef e scuole di alta cucina. Sarà una continua sorpresa, anche per un Paese già così ricco di tradizioni come l’Italia”.

Amici del Padiglione USA Milano 2015, organizzazione no-profit, è costituita da una collaborazione tra la James Beard Foundation (JBF) e l’International Culinary Center (ICC), in collaborazione con la Camera di Commercio Americana in Italia, la cui missione è ideare, progettare, finanziare e realizzare il Padiglione USA ed e i relativi programmi a Expo Milano 2015 sotto gli auspici del Dipartimento di Stato americano. I partner includono: GE, NUSSLI, Uvet, Brand USA, Microsoft, DuPont, Boeing, illy, 3M, FleishmanHillard e Research Frontiers. Il Padiglione ed il relativo programma sono diretti dalla Presidentessa Dorothy Hamilton (fondatrice e CEO di ICC), dal CEO Charlie Faas, e dal Chief Creative Officer Mitchell Davis (EVP di JBF). Il progetto del Padiglione degli Stati Uniti d’America è stato curato dallo studio di architettura Biber Architects, mentre Thinc Design ha curato gli spazi interni. Sotto la guida del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti dell’America e la leadership del Console Generale in Italia Doug Hickey, Amici del Padiglione Americano Milano 2015 presiederà ogni aspetto del progetto, con il sostegno di una squadra di esperti di vari settori che includono scienza, commercio, tecnologia, agricoltura, sostenibilità, design ed altri.