QMI investe in “Noi e la Giulia” attraverso il tax credit

QMI Interactive continua ad investire nel cinema attraverso il Tax Credit, il sistema di agevolazioni fiscali a sostegno del cinema, che permette alle aziende non appartenenti alla filiera cinematografica di contribuire al finanziamento dei film, ottenendo vantaggi sia in termini finanziari sia di comunicazione.  Si tratta del terzo caso di Tax Credit per QMI, dopo “Smetto quando voglio” e “L’Oriana”.

BodyPart

“Noi e la Giulia”, il nuovo film di e con Edoardo Leo e con Luca Argentero, Claudio Amendola e Anna Foglietta, prodotto da IIF e distribuito dal 19 febbraio da Warner Bros,  è la storia di tre quarantenni che decidono di fuggire dalla città e dalle proprie vite per aprire un agriturismo.Noi e la Giulia

QMI ha scelto questo film per due motivi. La sceneggiatura ha catturato l’attenzione dell’agenzia, perché riesce ad essere divertente e al tempo stesso intelligente, propone un’estetica che piace a QMI perché raffinata, comica e nello stesso tempo estremamente attuale.  Inoltre, è molto importante poter collaborare con una società di produzione come la IIF, tra le più importanti in Italia, che da più di mezzo secolo produce cinema italiano con un’attenzione particolare alla commedia, lavorando con i più importanti registi, ma anche dando spazio a cineasti emergenti che si sono rivelati nel tempo grandi artisti.