“Perché la radio?”, il 4 febbraio alla Cattolica di Milano il top del settore a convegno sul “grande Mezzo”

187

La Radio, come area della fantasia, ma anche un’industria, che serve in Italia 35 milioni di persone ogni giorno. Professionisti e studiosi a confronto in una giornata di incontri per capire i motivi e i punti di forza delle radio, ascoltare le testimonianze, i punti di vista di chi la fa ogni giorno: dalla sua posizione nel sistema mediale, al marketing, al rapporto con la musica. E’ questo il focus del convegno “Perché la Radio?”, in programma a Milano mercoledì 4 febbraio all’Università Cattolica del Sacro Cuore (Aula Pio X).PERCHE' LA RADIO - Convegno - Presentazione

“Questo appuntamento – spiega Claudio Astorri, docente di “Teorie e Tecniche della Radio Musicale” al Master in Comunicazione Musicale della Università Cattolica di Milano e pioniere della storia e della innovazione radiofonica – è una occasione di comunicazione tra studenti e operatori, tra grandi e piccoli, tra classici e moderni, tutti uniti dall’idea di Radio come essere vivente al libero servizio del pubblico”.

Claudio Astorri
Claudio Astorri

Astorri spiega la genesi dell’iniziativa in agenda il 4 febbraio, maturata in una lezione da lui tenuta che porta il nome del convegno. In quella sede, sottolinea Astorri, “ho voluto introdurre una novità; prima del “percorso tecnico” ho potuto proporre quattro Video da Testimonial eccellenti del Mezzo che hanno offerto agli studenti del Master il loro personale “Perché la Radio”: Fiorello, il direttore artistico di Radio Deejay Linus, Matteo Pelli, il ‘Fiorello svizzero’, direttore e conduttore di Radio 3i e Laura De Vitis e Robby Mantovani di Radio Bruno”. “L’idea del convegno – dice ancora Astorri – nasce proprio da quella lezione, proprio da tutti quei video, dal desiderio di coinvolgere ancora altri operatori nel presentare il loro “Perché La Radio” per poi trasmetterlo ad altri, una ricerca estesa in modo continuo. E’ un tentativo di contaminazione radiofonica attraverso il tam tam della testimonianza, del tributo, dell’esperienza al servizio del grande Mezzo”.

Il parterre del relatori del convegno è particolarmente ricco e variegato sia nella sezione “Perché La Radio?” che in quella “Perché La Musica in Radio?”; saranno in effetti presenti personalità di spicco e di molte funzioni aziendali differenti come dirigenti d’azienda, direttori marketing, consulenti editoriali, conduttori, giornalisti, professori universitari, studiosi e ricercatori: da Sergio Valzania a Carlo Momigliano, da Federico l’Olandese Volante ad Alex Peroni, da Guido Monti a Luca De Gennaro fino a Linus, che chiuderà il convegno con un live di 45 minuti. Un appuntamento a 360 gradi  per indagare e approfondire la relazione speciale che si crea con l’ascoltatore e la Radio. Una interazione che non ha pari in nessun altro mezzo di comunicazione come poi si riscontra anche negli eventi.

IL PROGRAMMA COMPLETO

 Ore 14.00 – Saluti iniziali

Ruggero Eugeni Direttore di ALMED, Università Cattolica del Sacro Cuore

Chiara Giaccardi Direttore Scientifico del Master in Comunicazione musicale, Università Cattolica del Sacro Cuore

Ore 14.15-15.45 Tavola rotonda: Perché la radio?

Tiziano Bonini Researcher in media sociology, IULM

Carlo Momigliano Chief Marketing Officer, Finelco

Guido Monti Consulente radiofonico/Creativo

Giorgio Simonelli Professore associato di Giornalismo radiofonico e televisivo, Università Cattolica del Sacro Cuore

Sergio Valzania Vice Direttore Radio Rai

Modera: Claudio Astorri Docente di Teoria e Tecnica della Radio al Master in Comunicazione Musicale, Università Cattolica del Sacro Cuore

Ore 15.45-17.15 Tavola rotonda: Perché la musica in radio?

Marta Cagnola Giornalista, Radio 24

Luca De Gennaro MTV, Radio Capital, docente del Master in Comunicazione Musicale, Università Cattolica

Alex Peroni Conduttore RTL 102.5

Federico L’Olandese Volante DJ, R101

Dario Spada Conduttore Radio 105

Modera: Gianni Sibilla Direttore Didattico del Master in Comunicazione Musicale, Università Cattolica

Ore 17.15-18.00 Perché la radio: Incontro con Linus, Direttore Artistico di Radio Deejay