Marco Girelli nuovo presidente dell’Osservatorio Branded Entertainment

Marco Girelli, Ceo di Omnicom Media Group, assume la carica di presidente dell’Osservatorio Branded Entertainment. Questo incarico fa seguito alla collaborazione tra l’Osservatorio e Omnicom Media Group attiva dalla primavera scorsa, quando le due realtà hanno dato il via ad un primo progetto di ricerca con l’obiettivo di iniziare a misurare l’efficacia delle attività di Branded Entertainment ed il loro impatto sulla marca. Questa collaborazione nel 2015 prosegue e si rafforza, con il comune obiettivo di “costruire conoscenza” ed emancipare il mercato con azioni divulgativesuun fenomeno emergente per il quale è necessario costruire un sapere comune con cui tutti gli attori si possano confrontare.

Marco Girelli
Marco Girelli

“Dalla ricerca effettuata in collaborazione con l’Osservatorio – dichiara Marco Girelli – è emerso come le operazioni di Branded Entertainment lavorino su indici profondi della marca, come Equity e credibilità. Oggi viviamo in un mondo frenetico, dove l’accelerazione della tecnologia e il contesto macro economico ci spingono a ricercare soluzioni rapide e veloci risposte sulle vendite. Tutti temi attuali e giustissimi, ma mi piace l’idea di recuperare anche questa dimensione di impatto della comunicazione più lento e profondo: è interessante – conclude Girelli – perché ci permette di riportare equilibrio tra le necessità di breve e di lungo periodo”.

Di respiro internazionale, l’Osservatorio Branded Entertainment nasce proprio con lo scopo di studiare e diffondere la conoscenza di questa forma di comunicazione di marca che sta ottenendo sempre maggiore attenzione da parte delle aziende a seguito della richiesta crescente del pubblico di storie e contenuti di qualità.

Nel 2014 l’Obe ha aperto un cantiere di studio in tema normativo/regolatorio in collaborazione con lo studio legale HoganLovells, per aiutare le aziende ad individuare le categorie normative applicabili al branded entertainment e definire le best practice. Nel 2015 il cantiere si allarga alle autorità regolatrici (Agcom, IAP) con lo scopo di condividere le soluzioni adottate dal mercato e giungere a una soluzione che soddisfi tutti gli stakeholders. Molti i progetti di ricerca promossi dall’OBE volti a comprendere come il branded entertainment agisce sulla marca e viene percepito dal pubblico: nel 2013 ha realizzato un primo scenario di contesto, nel 2014 è stata analizzata la televisione, con il 2015 verranno considerati anche gli altri mezzi, a partire dai progetti c.d. ‘Nativamente Digitali’ (progetti nati per essere diffusi sul web). L’offerta formativa, iniziata l’anno scorso con il corso di branded entertainment strategies alla LUISS Writing School di Roma, si amplierà con un corso executive destinato ai managers d’azienda, in partenza a Milano nel marzo 2015.