Il declino de “La Gazzetta dello Sport” preoccupa Rcs

169

(MF-DJ) – Nonostante sia il quotidiano più letto d’Italia, primato che conserva dal 1982, e nonostante conservi il primato di giornale sportivo più diffuso d’Europa, La Gazzetta dello Sport (gruppo Rcs) sta vivendo un lento e costante declino. Un trend che, scrive Milano Finanza, rischia di farle perdere la leadership continentale a favore del francese L’Equipe. Prendendo in esame il dato relativo alle diffusioni medie, la testata diretta dal febbraio 2010 da Andrea Monti (già a Panorama, Gq, Sette, Maxim, News e Oggi) lo scorso giugno è scesa a 316.818 copie, il 7% in meno rispetto allo stesso mese di un anno fa. Giusto qualche migliaia di copie in più rispetto all’avversario transalpino che a fine 2010 viaggiava a 314.600 copie. Una questione che potrebbe risolversi presto al fotofinish per dirla nei termini ciclistici tanto cari alla redazione della Rosea, promotrice del Giro d’Italia. Il gap che si va restringendo preoccupa non poco l’azienda, visto che da sempre la Gazzetta riveste il ruolo di primadonna del vecchio continente. E se poi si prende come riferimento il dato comunicato da Rcs Mediagroup, che nell’ultima semestrale riferiva di 297 mila copie medie diffuse, allora l’allarme risuona ancora più forte in via Rizzoli, quartier generale del gruppo presieduto da Piergaetano Marchetti e guidato dall’a.d. Antonello Perricone.