Antonio Albanese dà voce all’Expo 2015 / Guarda il video

61

“Il cibo è vita”: così recita Antonio Albanese dando voce allo spot tv e radio della campagna di comunicazione con cui, dal 2 novembre, Expo Milano 2015 racconta al grande pubblico valori, sfide e opportunità legate al tema dell’Esposizione Universale.

Il format creativo, sviluppato con Havas Worldwide Milan e declinato in maniera cross-mediale, ha come obiettivo quello di mostrare con entusiasmo e veridicità i molteplici significati che racchiude e rappresenta il “cibo”. Con ritmo incalzante e cadenzato, quasi fosse un mantra – in TV come in radio – la voce di Antonio Albanese ne svela le differenti anime. Il risultato è un racconto composto da immagini e parole, dalla cui combinazione emerge che il cibo è nutrimento, piacere, gusto, casa, famiglia, è arte, guerra, pace, affetto, amore; che per il cibo si litiga, si combatte, si lavora; e soprattutto appare in maniera evidente – come chiude ogni spot – che il “Cibo è Vita”, per noi e per il Pianeta.

La campagna prenderà il via domenica 2 novembre, quando sulle principali emittenti televisive nazionali e locali, digitali e satellitari saranno trasmessi gli spot, realizzati in formati da 30 e 60 secondi. La diffusione radiofonica avrà inizio il 16 novembre. Alla programmazione radio-TV si affiancherà un’importante pianificazione sul web e sui social media. Completa il progetto la distribuzione di cartoline promozionali, da collezionare e condividere, che regalano alcune anticipazioni in pillole di ciò che i visitatori potranno vedere, gustare e sperimentare all’interno del sito espositivo dal primo maggio al 31 ottobre 2015.

“Abbiamo scelto di giocare l’intera campagna su contrasti e affinità. Coppie di immagini e parole, ora in contraddizione ora complementari – ha affermato Giuseppe Sala, Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 -, spiegheranno la ricchezza del tema ‘Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita’. Questi spot ci permettono, in pochi secondi, di anticipare il dibattito sul diritto all’alimentazione e sulla sostenibilità al centro dell’evento che stiamo organizzando, senza dimenticare la gioia del cucinare o del consumare il pasto insieme”.