La realtà aumentata entra in autofficina con Moverio BT-200

57

Con un’applicazione di realtà aumentata basata sull’utilizzo degli occhiali intelligenti Epson Moverio BT-200, l’italiana Texa si è aggiudicata il prestigioso”Automechanika Innovation Award” per la categoria “Riparazione/Diagnosi”, adAutomechanika, la più importante fiera internazionale dell’industria automotive, con 4.631 espositori provenienti da 71 paesi che si svolge a Francoforte ogni due anni.Con Moverio la realtà aumentata entra in officina 300dpi 15cm

L’applicazione è stata sviluppata da Texa in collaborazione esclusiva con Epson Italia ed è basata sugli occhiali Moverio BT-200. La novità di questa innovativa soluzione risiede nel fatto che, una volta in commercio, permetterà ai meccanici di lavorare sui componenti della vettura senza distogliere lo sguardo verso lo strumento di diagnosi, perché tutti i dati necessari/utili saranno proiettati negli occhiali stessi, i quali oltretutto saranno anche in grado di rispondere ai comandi vocali. Altro aspetto significativo è quello della sicurezza: l’uso degli occhiali e delle informazioni di sicurezza ottenibili grazie alla realtà aumentata diminuirà infatti il rischio di operazioni pericolose, perché ogni punto critico apparirà evidenziato da segnali che appaiono in sovraimpressione al meccanico.

“La realtà aumentata – ha affermato Carla Conca, Business Manager Visual Instruments di Epson Italia – sta entrando nella quotidianità di molte professioni portando più sicurezza, risultati finali migliori, maggiore velocità e precisione di esecuzione. Questo esempio è emblematico non solo delle potenzialità dei nostri occhiali Moverio, unici per le applicazioni di realtà aumentata, ma anche della capacità innovativa delle aziende italiane”.