Nuove acquisizioni editoriali per Sìadv: arredamento.it e nientepopcorn.it dicono sì 

Sìadv, la concessionaria di pubblicità digitale che fa capo a Casa.it (Rea Group Ltd-News Corp.),arricchisce ulteriormente la sua offerta ampliando il network di editori con gli accordi conclusi in questi giorni con i portali Arredamento.it e Nientepopcorn.it.logo_sìadv_rgb-733x258

Nato nel 1999 come web community dedicata ai temi dell’arredo e del design, il portale Arredamento.it, che detiene la leadership sia per numero di visitatori (oltre 700.000 utenti unici al mese), sia per fedeltà dei lettori (il 45% degli utenti che torna più volte nell’arco di un mese), è indiscusso punto di riferimento per le news, gli approfondimenti, sulle ultime tendenze riguardanti il design, l’architettura d’interni.

“Siamo lieti di accogliere nel network di editori della nostra concessionaria Sìadv un portale dalle ottime performance e dalla consolidata riconoscibilità come Arredamento.it – afferma Fabiano Lazzarini, Media & Strategy Manager di Casa.it -. L’accordo segna l’avvio di una partnership sicuramente fruttuosa, che dischiude grandi opportunità a chi decide di investire sul web per raggiungere il proprio target di riferimento.”

Il benvenuto a  Sìadv è espresso dal Direttore di Arredamento.it. Marco Meregalli, secondo il quale “l’avvio di tale collaborazione affiancherà la vendita diretta nella valorizzazione degli spazi pubblicitari sui nostri siti, oggi punto di riferimento per le aziende del settore che decidano di pianificare nella comunicazione online”.

Sìadv ha, inoltre, acquisito nel proprio portfolio clienti anche nientepopcorn.it, aprendo così anche le porte dell’entertainment alla concessionaria di pubblicità digitale diCasa.it.

Si tratta del primo social network italiano dedicato agli appassionati di cinema e di serie TV, che potranno interagire tra di loro e creare un profilo sulla base delle proprie esperienze visive, votando i film, postando e commentando recensioni, inserendo citazioni e partecipando alle attività dei gruppi di discussione.