Rolling Stone, in edicola il numero di ottobre con Fedez

46

Rolling Stone tappezza le edicole italiane con oltre 35.000 poster che ritraggono la copertina del secondo numero targato Bernardini de Pace, dedicata a Fedez, il controverso rapper in vetta alle classifiche italiane, rivelazione tra i giudici di X Factor 2014. L’editore sottolinea ancora una volta quanto siano importanti per il nuovo corso del mensile i luoghi di vendita diretta dei periodici, che grande soddisfazione hanno dato alla prima uscita di settembre, con un venduto in edicola oltre 32.000 copie, a cui si aggiungono 3.500 abbonati al mensile.RS2

Tante sono le novità che accompagnano il numero di ottobre – la cui uscita è sostenuta da una campagna sui quotidiani nazionali e da spot radio da 15” -.a partire dalla quarta di copertina, che si conferma al servizio del lettore più che della pubblicità: grazie alla nascita nel sito di Rolling Stone della nuova sezione “poster”, gli utenti potranno liberamente scaricare in alta definizione le immagini delle quarte di copertina, le cover e altre illustrazioni e se lo desiderano potranno stamparle anche in grande formato.

La quarta del numero di ottobre è un art work realizzato in esclusiva dall’illustratore Massimiliano Aurelio, tributo al film “Quadrophenia” del 1979, ispirato all’omonimo concept album degli Who: il film torna nelle sale cinematografiche  italiane a novembre in versione restaurata.

Da questo numero Rolling Stone non solo si leggerà ma si ascolterà: per ogni articolo pubblicato viene suggerita una musica di accompagnamento alla lettura. I brani sono disponibili nella sezione Playlist del sito, grazie alla collaborazione con il player Spotify.

Un’altra novità offerta da è il profilo twitter #DivanoRolling, che il giovedì sera, durante la messa in onda di X Factor, ospiterà un amico del mondo dello spettacolo che twitterà insieme alla redazione di RS guardando la trasmissione, commentando  in diretta fatti, opinioni ed esibizioni musicali. Una forte e nuova forma di interazione tra il print, il mondo della televisione e quello digitale: intrattenimento interattivo puro, coerente con l’ormai famoso hashtag #lamusicaringrazia