Sempre connessi, anche in volo: via libera dall’agenzia europea

La soglia dell’ultima frontiera del wi-fi è varcata. Con una nota diffusa dall’Easa, l’agenzia europea per la sicurezza aerea, cade il divieto di spegnere in volo smartphone, tablet, portatili, lettori di ebook e di file mp3 – in sostanza l’intero corredo della quotidianità teconogica -riservando alle compagnie aeree di stabilire eventuali limiti per ragioni di sicurezza. EasaIn sostanza, viene meno, secondo quanto stabilito dall’agenzia europea, l’obbligo di attivare la ‘modalità in volo’ su smartphone e tablet una volta a bordo, aprendo anche la possibilità di effettuare telefonate e di connettersi in rete sul modello dello standard dei treni ad alta velocità.