Nuovo incarico per Pomilio Blumm

31

LogoPomilioCresce la leadership di Pomilio Blumm in Europa e nel Mediterraneo. L’agenzia ha infatti centrato un altro importantissimo obiettivo: l’organizzazione e la gestione di 19 eventi da svolgere nella regione Euromediterranea per conto della principale fondazione per il dialogo interculturale che ha sede ad Alessandria d’Egitto.  Una conferma per Pomilio Blumm, già leader in Italia nell’ambito della comunicazione pubblica e riferimento in Europa, che consolida così la sua presenza nell’area mediterranea. L’aggiudicazione segue infatti quella de bando bando dell’Autorità Europea per la sicurezza alimentare e quelli per la gestione del centro informazioni sull’Unione Europea a Skopje e quello per la “Communication and Visibility” dell’Agenzia per il Mediterraneo con sede a Barcellona. Al fine di garantire l’efficienza del priorio lavoro nell’ottica di quella trasparenza alla base dell’etica della sua attività, Pomilio Blumm, che con questo bando del valore di circa 1 milione di euro si occuperà dell’organizzazione di iniziative nei mercati dell’intera area mediterranea, da quelli più estremi di Mauritania e Algeria, passando per Italia, Egitto, Libano, Palestina, Grecia e Ungheria, aprirà un ufficio sul territorio egiziano.

Attualmente la ALF, istituita nel 2005 per il dialogo tra le culture, coordina i network nazionali dei 43 Paesi che aderiscono all’Unione per il Mediterraneo, mettendo in contatto, stimolando e finanziando 3.219 organizzazioni non governative, università, enti locali e regionali, associazioni private e centri di ricerca. L’associazione svolge dunque un ruolo di rete di reti nazionali di organizzazioni di società civile impegnate per lo più nella promozione del dialogo interculturale e interreligioso.

L’attività di Pomilio Blumm sarà dunque fondamentale per veicolare i valori primossi dalla ALF che punta sulle generazioni future dell’area Euromediterranea. L’obiettivo generale è dunque quello di trasformare il bacino Mediterraneo, area di importanza strategica della UE, in un’area comune di pace, stabilità e prosperità ed è per questo che l’organizzazione ha scelto la città portuale di Alessandria, sede  della più antica biblioteca del mondo e simbolo dell’impegno dei partner a lavorare per una sempre maggiore cooperazione e solidarietà. Impegno che Pomilio Blumm, aprendo un ufficio nella stessa sede,  ha deciso di assumersi al fine di offrire tutto il suo supporto per il raggiungimento degli obiettivi prefissatisi dall’Anna Lindh Foundation.

“Dopo l’esperienza in Arabia Saudita e negli Emirati Arabi, quella in Egitto è una nuova scommessa – commenta il Presidente Franco Pomilio -. Apriremo un ufficio con personal arabo in prossimità del nostro cliente, la Bibliotedca di Alessandra, con l’obiettivo di consolidare la nostra leadership nel settore della comunicazione istituzionale anche nell’area del Mediterraneo Europeo e Mediorientale. Quest’anno abbiamo gestito progetti importanti oltre che in Egitto anche in Giordania, Cipro, Spagna e Macedonia. Certamente questo è un riconoscimento di eccellenza assoluto avendo avuto come competitor brand internazionale di grandissima reputazione, come nel caso di Thomas Cook Oversize, pre la sola parte di event logistic. Oggi – conclude Franco Pomilio – anche nel quartier generale di Pescara lo staff è sempre più poliglotta, multiculturale, integrato e stiamo acquisendo know how attraverso l’inserimento di nuove figure professionali specializzate nel dialogo interculturale”.