Nuova campagna TwoSides “naturalmente io amo la carta”

172

Parte oggi la nuova campagna “NATURALMENTE IO AMO LA CARTA” con nuovi soggetti realizzati da TwoSides Europe, adattati nella versione italiana da TwoSides – Il lato verde della carta. La nuova iniziativa della filiera italiana della comunicazione su carta* punta a sfatare, presso il grande pubblico dei consumatori e in particolare i giovani, i luoghi comuni che vedono la carta sinonimo di deforestazione e inquinamento. La precedente campagna, risalente a sei mesi fa, aveva totalizzato 150 pagine pubblicate su quotidiani e riviste.

SOGGETTO CON QUOTIDIANO

 

“NATURALMENTE IO AMO LA CARTA” ha l’obiettivo di informare i consumatori sul carattere NATURALE e RINNOVABILE del legno, materia prima che insieme alla carta da macero è impiegata per produrre carta. Il 70% della carta utilizzata in Europa viene, infatti, raccolta e riciclata: con 2000 kg riciclati al secondo, la carta è il materiale più riciclato a livello europeo. In Europa un giornale avviato al riciclo torna in produzione in 7 giorni. Inoltre, la superficie forestale in Europa è cresciuta del 30% rispetto al 1950: ogni anno le foreste aumentano di un’area pari a 1,5 milioni di campi da calcio (circa 850.000ha).

La campagna si articola in sei nuovi soggetti e 2 head che associano:

  • – ai dati di crescita forestale (FAO 2010) HEAD 100% INFORMAZIONE 30% DI FORESTE IN PIÙ
  • – e ai risultati di riciclo (ERPC 2010) HEAD 100% INFORMAZIONE 70% RICICLO

alcuni punti di forza della carta stampata quali l’autorevolezza e l’approfondimento dell’informazione, l’esperienza tattile che coinvolge il lettore stimolando l’immaginazione e la capacità di memorizzarne i contenuti.

Ci si può tenere informati leggendo un quotidiano, magazines o altro mezzo stampa, sicuri che la carta non distrugge le foreste anzi contribuisce alla loro gestione sostenibile grazie all’impegno di tutta la filiera della produzione e della comunicazione su carta.

Le caratteristiche di sostenibilità della comunicazione su carta possono essere approfondite sul sito www.twosides.info/it dal quale è possibile accedere ai relativi profili Facebook e Twitter.