#FIFAWORLDCUP2014 è stato l’evento sportivo più social di tutti i tempi

69

 Il terzo ed ultimo appuntamento della ricerca di Omnicom Media Group dedicato alla Coppa del Mondo FIFA 2014 riassume tutto ciò che è emerso nel corso della manifestazione di un mese, con un focus sulla partita finale Germania-Argentina.

Allo scadere del secondo tempo supplementare, la Germania è campione del mondo, tornando così ad essere “über alles” per la quarta volta nella storia. Si chiude così il Campionato Mondiale di Calcio FIFA 2014: un torneo emozionante per tutti, tifosi, giocatori e inserzionisti.

Ma cos’è successo durante quest’ultimo Campionato? Chi lo ha seguito e in che modo? Cos’è avvenuto online? Cosa è stato condiviso? Quali gli argomenti più ricorrenti di conversazione? Com’è stata la presenza e la comunicazione online degli sponsor? Quali le opportunità dei brand per connettersi con il proprio target? E quale l’impatto delle sponsorizzazioni sui consumatori?

Omnicom Media Group, in collaborazione con le sue agenzie OMD e PHD, ha realizzato una ricerca quantitativa e qualitativa, di ascolto sociale, analisi del mercato e interviste per indagare le nuove dinamiche di interazione dei tifosi con il più grande fenomeno sportivo di sempre, gli insight sulle relazioni brand-consumatore e le principali evidenze dei mercati locali e global.

Tifosi e appassionati di calcio di tutto il mondo hanno condiviso le emozioni di quest’ultimo evento su tutti i mezzi di comunicazione, primi tra tutti la TV e i social network, qualificando la World Cup 2014 come argomento virale per eccellenza, il più grande fenomeno sociale sportivo e mobile al mondo, raggiungendo nuovi livelli di coinvolgimento di fans in tutti i paesi (32 nazioni in gara in 64 partite).

Oltre alla Germania ci sono altri vincitori di questo campionato: Facebook e Twitter, che battono tutti i precedenti record di attività per un evento sportivo. Durante lo svolgimento della competizione, hanno infatti infranto tutti i loro precedenti record di audience, registrando i picchi più alti mai raggiunti per un evento sportivo. Un dato importante che sottolinea come oggi gli utenti prediligano l’uso dei nuovi media agli strumenti di comunicazione “tradizionali”.

Le nazioni più interattive durante la finale sono state: Stati Uniti, Brasile, Argentina e Germania (interessante il caso degli Stati Uniti, Paese tradizionalmente poco affezionato al calcio).

Qualche altro dato interessante:

  • – durante la finale Germania-Argentina sono stati inviati 32,1 milioni di tweets;
  • – la World Cup 2014 è stato l’evento di Facebook più discusso di sempre: 280 milioni le interazioni (post, commenti e like) da parte di 88 milioni di utenti (35 milioni di interazioni in più rispetto al Super Bowl 2013, che raggiunse “solo” 245 milioni);
  • – la TV ha superato i precedenti record con il 94% del pubblico in diretta TV e il 41% via streaming sui telefoni cellulari;
  • – a livello globale, risulta che il 74% degli intervistati in 17 mercati sono altamente interessati all’evento.

La Coppa del Mondo 2014 ha dunque attirato un pubblico televisivo senza rivali, interessi multi-continente e gli investimenti di 20 marchi principali.