La lettura è donna: lo svela la ricerca Nectar – IBS.it

135

Nectar, società del gruppo Aimia presente in Italia dal 2010 e primo programma fedeltà multi-partner a livello nazionale, afferma che sono le donne le maggiori acquirenti di beni culturali. A svelarlo è una ricerca effettuata sugli iscritti Nectar e clienti IBS.it, prima libreria italiana online e partner del programma, che identifica nelle donne in carriera le maggiori acquirenti presso le librerie fisiche e nelle giovani impiegate o studentesse, le più attive nell’acquisto online.

I risultati hanno evidenziato che il 59,9% dei clienti online IBS.it è rappresentato da giovani donne tra i 18 e i 34 anni, per lo più impiegate o studentesse, che hanno ricevuto una istruzione medio-alta, di cui il 40% non ha figli. Tra i clienti che acquistano nelle librerie tradizionali IBS.it Bookshop, invece, è emerso che il 66,8% è composto da donne prevalentemente in carriera, in età compresa tra i 45 e i 54 anni, con un titolo di studio alto e tendenzialmente con figli in età scolare.

Per quanto riguarda le abitudini generali di consumo degli utenti fidelizzati al mondo Nectar, l’evidenza è che le donne acquistano principalmente ebooks per il 63,5%, seguiti dai libri “cartacei” di narrativa (61,4%) e dai libri tecnici (47,1%). La preferenza per gli acquisti effettuati presso i punti vendita fisici riguardano invece articoli come guide turistiche (64,9%) e CD e DVD musicali (54%).

Queste tendenze non rispecchiano invece le abitudini di acquisto maschili evidenziate dallo studio, che si concentrano maggiormente nell’acquisto, sia online sia presso le librerie fisiche, di videogiochi (42,5%) seguito dalla musica digitale (39%).

what-women-buy-ibs-nectar

La ricerca, eseguita su un campione composto per il 78% da clienti online IBS.it e per il 22% da clienti delle librerie fisiche IBS.it bookshop, unisce l’avanzato know-how tecnologico e le profonde competenze analitiche che consentono a Nectar di analizzare una vasta quantità di dati sulle abitudini di acquisto dei suoi iscritti e generare degli insight unici da trasformare in offerte e promozioni personalizzate che rispondono alle necessità di ogni cliente e ripagare quindi la sua fedeltà.

I dati generati vengono confermati anche da ulteriori sondaggi e statistiche condotte per valutare il comportamento generale dei lettori nell’era digitale, come la ricerca commissionata nel 2013 dal “Centro per il libro e la lettura” a Nielsen che, sebbene abbia dimostrato che nell’ultimo triennio si è registrata una diminuzione dei consumatori nel settore della lettura pari al 15%, rivela che le donne si confermano anche in questo caso quelle maggiormente inclini sia alla lettura sia all’acquisto. Alcuni dati positivi riguardano invece l’acquisto e la lettura di e-books che mostrano un aumento del trend del 2%. Un’ulteriore fonte di rivelazione sulla lettura “rosa” in Italia è stata avallata dai dati ISTAT del 2013 sulla lettura in Italia i quali hanno svelato informazioni di grande interesse sul settore: è stato dimostrato, infatti, che le donne leggono in assoluto più degli uomini, che il titolo di studio influisce fortemente sui livelli di lettura e inoltre, le quote più alte di lettori si registrano al Nord della penisola.