Consegnato a Francesco Pira il Premio Internazionale Pergamene Pirandello 2014

60

Non è riuscito a nascondere l’emozione  il sociologo  e giornalista, FRANCESCO PIRA, quando ha ritirato il PREMIO INTERNAZIONALE PERGAMENE PIRANDELLO 2014” giunto alla XIII edizione. La cerimonia di consegna si è svolta lo scorso sabato 19 luglio  presso la Sala Zeus del Museo Archeologico “Griffo” San Nicola ad Agrigento.

Premio internazionale Pergamene Pirandello 2014 momento premiazione Pira[1]

All’inizio della cerimonia sono stati  Mario Gaziano (Presidente del Comitato del Premio e Patron del Pirandello Stable Festival) e Massimo Muglia ad illustrare brevemente le finalità del Premio.

Applausi è prima della consegna dei premi per l’esibizione di Antonio Zarcone che, ispirandosi al “Liolà” di Pirandello ha cantato “Arsira mi curcavu a lu sirenu”.

“Si prova una grandissima emozione –ha detto al termine della cerimonia Pira – nel ricevere un riconoscimento nella propria terra intitolato al grande drammaturgo. Contento di aver rappresentato la mia Licata.” 

Molto bella la motivazione letta prima della consegna:  “per l’intelligente approfondita metodologia nella ricerca sociologica innovatrice e culturalmente originale e determinante”. 

A consegnare il Premio a Francesco Pira, docente di comunicazione all’Università di Messina, l’assessore del Comune di Licata, Chiara Cosentino. “Spero che tanti giovani – da detto – possano seguire l’esempio di Pira. Siamo orgogliosi di concittadini come lui che con il loro lavoro ed i sacrifici riescono a raggiungere traguardi importanti. 

Ricordato  il legame forte tra la famiglia Pirandello e Licata. I Pirandello si rifornivano, come narrano i libri di storia, di zolfo proprio a Licata da usare negli uliveti di proprietà.

Oltre Francesco Pira ecco l’elenco dei Premiati: GIUSI FURNARI , docente dell’Università di Messina e Assessore ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana della Regione; NICHOLAS CALLUS-intellectual manager della Repubblica di Malta;

AGATA GUELI critico letterario e dirigente scolastico.CHIARA DONA’ DALLE ROSE-avvocato e operatrice culturale  e responsabile del Progetto Wish, ANDREA CARISI, pittore; GIUSEPPE PARELLO-direttore del Parco Archeologico di Agrigento; GIANCARLO MACALUSO giornalista e Presidente dell’ASSOSTAMPA Sicilia; SALVATORE ALFANO-fotografo  d’arte; VINCENZO RANDAZZO-scrittore e operatore teatrale; ACCURSIO SISO CARACAPPA promoter culturale, DARIO COSTANTINO-pedagogista e il CORO FILARMONICO TERZO MILLENNIO di Racalmuto.

Il Premio Internazionale viene conferito, da tredici anni ad Agrigento, ad alte personalità del mondo culturale, non soltanto italiane. L’iniziativa sottotitolata “per le città e i paesi di Pirandello” tende a mantenere vivi i rapporti tra le Città e i Paesi che in qualche modo furono e sono toccati dalla vita o dall’opera del grande drammaturgo agrigentino, Premio Nobel per la Letteratura nel 1934, ed autore ritenuto tra i più grandi in assoluto della storia drammaturgica mondiale.

I premi sono stati consegnati dal deputato regionale Michele Cimino, dal dirigente generale dell’assessorato regionale dei Beni Culturali Rino Giglione, dal presidente dell’Ordine degli Avvocati di Agrigento Nino Gaziano, dal vice presidente del Centro Studi Pirandelliani Stefano Milioto, dallo scrittore Gaetano Allotta, dal direttore dell’Università Unicusano Giuseppe Arnone e dagli amministratori dei Comuni dei premiati:Il sindaco di Gargur(Malta), Mario Gauci; l’assessore alla Cultura di Agrigento, Maurizio Masone; il sindaco di Aragona, Salvatore Parello; l’assessore all’Urbanistica di Licata, Chiara Cosentino; l’assessore alla Cultura di Racalmuto, Salvatore Picone; il sindaco di Sambuca, Leonardo Ciaccio; l’assessore alla Cultura di Sciacca, Salvatore Monte; il sindaco di Santa Elisabetta Mimmo Gueli.

Ha condotto la serata Egidio Terrana con Maria Grazia Castellana. Testi di Liborio Triassi. Collaborazione tecnica di Emanuele Farruggia.

Il Pirandello Stable Festival nel mese di agosto proseguirà con altre iniziative. L’8 agosto è in programma lo spettacolo Il Gioco della “Carriola” con Gianni Nanfa; il 9 “L’Uomo dal fiore in Bocca” con Pino Insegno e Nino Bellomo; l’11 “La Signora Frola” con Lina Bernardi; il 12 “L’uomo, La Bestia  La Virtù” con Ilaria Bordenca, Fabrizio Giuliano e Franco Di Salvo.