Expansion Group “fa parlare” Scrigno alla radio

scrigno logo[1]L’agenzia guidata da Giorgio Piccioni, che a gennaio si è imposta nel doppio pitch che vedeva coinvolte quattro agenzie, ha studiato la nuova campagna radio dell’azienda.

La primavera del 2014 porta una ventata di novità nella comunicazione di Scrignol’azienda leader di mercato nel settore dei controtelai per porte scorrevoli a scomparsa.

È infatti on air il nuovo spot radio, che segna il ritorno del brand sulle frequenze nazionali. Il comunicato, della durata di 20 secondi, mette in scena uno slice of life tratto da una riunione aziendale ed è incentrato su evidenze molto tangibili, come la garanzia a vita sui componenti del cassonetto e gli oltre 4 milioni di controtelai per porte scorrevoli venduti,points of difference che solo Scrigno può spendere in comunicazione.

“Da 25 anni chi chiede spazio, chiede Scrigno” sottolinea il claim finale.

“Il soggetto che l’agenzia ci ha presentato – dice Francesca Marchetti, Responsabile Comunicazione di Scrigno – ci ha colpito per la sua efficacia e semplicità. L’idea creativa parte dalle caratteristiche del nostro prodotto: come tutti sanno, un controtelaio Scrigno è nascosto nel muro di casa ed è assolutamente silenzioso quando scorre. Il concept creativo ha il merito di fare leva su questi punti di forza per arrivare a un concetto assolutamente premiante: non si vede, non si sente, però parla con i fatti.

I fatti, i numeri e gli importanti obiettivi raggiunti in un quarto di secolo, infatti, sono ciò che rende Scrigno un brand unico ed eccellente.”

Il comunicato radio è stato ideato da Massimiliano Pancaldi, Head of Copy, la pianificazione è stata curata dalla Media Unit dell’agenzia e la realizzazione dello spot è stata affidata alla casa di produzione JingleBell di Milano.