Goal a Grappoli 2014, Francesco Pira relatore del convegno sulle “emozioni comunicative”nel calcio e nel basket

68

Ci sarà anche il sociologo e giornalista Francesco Pira alla 5a edizione di “Goal a Grappoli 2014” a Cormons (Gorizia) che quest’anno si svolgerà MERCOLEDI 30 APRILE, GIOVEDI 1 e VENERDI 2 MAGGIO.

Nell’edizione 2014  l’evento si muoverà dal calcio al basket, sport di altrettanto fascino. Tra i grandi ospiti di quest’anno: FEDERICO BUFFA, SERGIO TAVCAR, DINO MENEGHIN ed il ct della Nazionale SIMONE PIANIGIANI. A fare da padrone di casa all’evento ci sarà come sempre il telecronista BRUNO PIZZUL. Ma l’organizzazione della manifestazione quest’anno si avvalerà anche della preziosa collaborazione di un altro grande sportivo cormonese, l’ex cestista Giovanni Grattoni.

Francesco Pira
Francesco Pira

Francesco Pira, docente di comunicazione e giornalismo all’Università di Messina, coordinerà, come ogni anno, il Convegno inaugurale  il 30 aprile alle 18 sul tema: “Emozioni e nuove tecnologie: le differenze comunicative tra calcio e pallacanestro nel mondo” alla presenza di docenti universitari e giornalisti sportivi. Interverranno il prof. Bernardo Cattarinussi (Università di Udine) e i giornalisti BRUNO PIZZUL e Roberto Degrassi (caporedattore Sport del quotidiano “Il Piccolo”).

Oggi è cambiato – spiega Francesco Pira – il modo di scrivere o di fare telecronache di calcio o di basket, in Italia e nel mondo. Proveremo a chiederci che tipo di emozioni diverse si possono trasmettere cercando di commentare due sport amati e seguiti che pongono anche condizioni psicologiche diverse nel vissuto e nel percepito sia di chi narra che di ascolta o legge.

Ma cercheremo anche di interrogarci su quali sono i segreti per far vivere attraverso la carta stampata o la televisione o ancora la radio un grande evento sportivo di calcio e di basket e come questo si propone al grande pubblico in Europa e nel mondo.

Ma non ci sottrarremo anche al dibattito più recente: come le nuove tecnologie, dalle tv satellitari a pagamento, ai giornali on line, alla possibilità di fruire di notizie ed eventi anche attraverso i tablet e gli smartphone. I mezzi di comunicazione che diventano parte di noi e gli eventi da vivere ovunque e comunque”.