VIZI PUBBLICITARI-E il Giurì blocca Totti per SKY

88

Di Federico Unnia

Non finiscono i guai per Francesco Totti. La sua ultima performance pubblicitaria targata offerte di apponamento al pacchetto calcio di Sky, ove interpreta la statua di un santo, non è paiciuta al Comitato di controllo che l’ha impuganta avanti al Giurì, e ne ha ottenuto il blocco per violazione dell’art. 10 Cap. Il Giurì, è riportato nel dispositivo della pronuncia assunta martedì pomeriggio a Milano, dopo che le parti si erano confrorntate nell’udienza,  esaminati gli atti e sentite le parti, ha dichiarato che  la parte della pubblicità contestata, coincidente con la sequenza finale dello spot di cui è protagonista Francesco Totti, è in contrasto con l’art. 10 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale, e ne ordina la cessazione.  Molti dei soggetti che hanno costituito l’ultima campagna pubblicityaria di Sky erano incentrati sul tema religioso, seppure esso era trattato con un taglio decisamente ironico e per nulla offensivo. in attesa di conoscere le motivazioni della pron uncvia, lo spot non potrà essere iù diffuso nella versione iniziale. Come noto l’art. 10 cap prevede che la pubblicità non utilizzi rappresentazioni o dichiarazioni che possano urtare il sentimento religioso del publbico o gli stilemi che sono ricondotti alla religione cattolica.