Vizi Pubblicitari-Antitrust sanziona Easy Market e Bravofly

Agenzie di viaggio on line: Antitrust sanziona Easy Market e Bravofly per pratiche commerciali scorrette con multe pari a complessivi 290mila euro

di Federico Unnia

Federico Unnia
Federico Unnia

Dal 2013 a oggi adottati 6 provvedimenti sanzionatori a tutela dei consumatori che acquistano viaggi o pacchetti turistici sul web, con multe pari a 665mila euro

Picchia duro, e fa bene, l’Autorità contro i furbetti della rete. E’ vero che c’è sempre aperta la strada del ricorso al Tar del Lazio, ma per iniziare è comunque una bella lezione.

Sanzioni per complessivi 290mila euro a carico delle società Bravofly (225mila) e Easy market (65mila) al termine di due distinti procedimenti istruttori in materia di pratiche commerciali scorrette nel settore delle agenzie di viaggio on line. Sanzionate  la scarsa trasparenza dei prezzi, il meccanismo di scelta dell’assicurazione facoltativa e, nel caso di Bravofly, anche la mancanza di un servizio di assistenza facilmente accessibile dal consumatore.

Le due società dovranno ora adottare misure per ottemperare ai provvedimenti dell’Autorità.

Con questi due provvedimenti salgono a 6 le procedure avviate e concluse dall’Antitrust dagli inizi del 2013 a oggi a tutela dei consumatori che acquistano viaggi e pacchetti turistici on line, con sanzioni per complessivi 665mila euro.

Nel caso di  Bravofly e Easy Market l’Autorità ha punito la scarsa trasparenza delle informazioni sul costo dei servizi offerti, sostanzialmente diversi da quelli pubblicizzati per effetto dell’addebito di ulteriori oneri economici non evitabili e quindi noti alla società. In questo modo non si consente al consumatore, sin dal primo contatto con il sito, di conoscere l’effettivo prezzo del biglietto, inclusivo dell’insieme di voci di costo che lo compongono. Inoltre ha riscontrato l’ingannevolezza del sistema di preselezione automatica della polizza assicurativa facoltativa: si tratta di un meccanismo che induce il consumatore a ritenere che la polizza sia obbligatoria e non, come è nella realtà, facoltativa. Sia Bravofly che Easy Market hanno comunque rimosso il meccanismo di preselezione della copertura assicurativa facoltativa nel corso dei procedimenti.

 

Infine, solo a carico di Bravo Fly ha sanzionato l’omessa predisposizione di un sistema di assistenza clienti facilmente accessibile, alternativo al numero telefonico a pagamento (con costi che potevano arrivare a 15 euro), e scarsa chiarezza dell’indicazione dei dati identificativi della società. In questo modo vengono scoraggiati i tentativi di contatto e la proposizione di reclami e si ostacolano l’esercizio dei diritti contrattuali dei consumatori