RaiDue cancella dal palinsesto “Top of the Pops”

La Rai ha comunicato negli scorsi giorni Einstein Multimedia, società produttrice di Top of the Pops, la soppressione del programma musicale dal palinsesto di RaiDue. Secondo DavideMaggio.it  ciascuna puntata risultava costare alla Rai poco più di 20.000 euro. Per la nuova edizione, la cui messa in onda era prevista per il 1 ottobre, sembra che la Sipra avesse già venduto gli spazi di tabellare, telepromozioni, product placement, e per lo show erano già pronti una scenografia e alcuni ospiti confermati: Dolcenera, Modà (a cui avrebbero consegnato il disco d’oro), J-Ax.
Interpellato da DavideMaggio.it, Luca Josi, chairman di Einstein Multimedia Group, ha detto: “L’improvvisa scomparsa di Top of the Pops dal palinsesto di Raidue è un mistero. A dire il vero non è l’unico per quanto riguarda il rapporto tra RAI ed Einstein. Non credo fosse un problema di costi non essendo la Einstein pagata da un anno (anche se SIPRA risulterebbe aver venduto regolarmente il prodotto agli inserzionisti pubblicitari).  C’erano, però, in effetti, molti cantanti, cantautori e comici dai linguaggi vari, opinioni diverse e tricologicamente assortiti. Ma, ad analisi certosina, non tutti sono risultati comunisti”.