Avvenire si rinnova

Avvenire, quotidiano nazionale di ispirazione cattolica, festeggia i 45 anni di pubblicazione, iniziata proprio il 4 dicembre 1968, con il rinnovamento dell’edizione cartacea e del proprio sito web Avvenire.it. Non solo una nuova grafica offline e online, ma nuove modalità e occasioni di fruizione, in un’ottica di ancora maggiore chiarezza e attenzione alle esigenze del lettore, obiettivi che la testata ha sempre perseguito in questi anni.

Lancio Avvenire nuovo giornale-347x489

La nuova proposta di lettura permette una maggiore integrazione tra i diversi device, così da garantire un costante aggiornamento nel corso delle 24 ore, in risposta alla richiesta del lettore di avere ovunque si trovi, in tempo reale, informazioni puntuali e autorevoli. Avvenire, grazie al suo rinnovamento, valorizza la propria capacità di fare opinione, attraverso cronache attente e inchieste fuori dal coro,ampliando e rafforzando ulteriormente lo spazio dedicato alla cultura.

La testata, ponendosi come strumento di supporto al lettore nella comprensione di una società – oltre che di una Chiesa e più in generale di un mondo cattolico – in costante evoluzione, deve anch’essa sapere cambiare e adattarsi nel tempo, senza per questo perdere la propria coerenza e i valori che la contraddistinguono. I lettori apprezzano infatti la capacità di Avvenire di offrire un’analisi accurata della realtà e di accompagnarli in una riflessione quotidiana sulla riscoperta dei valori profondi: la dimostrazione è che la diffusione della testata continua a crescere ininterrottamente dal 2002 a oggi, con 108.178 copie al giorno come dato medio del 2012 e un’evidenza di ulteriore crescita nel 2013.

A supporto della comunicazione “Protagonisti nel cambiamento”, verrà realizzata un’importante campagna ADV declinata su stampa, radio, tv e web, oltre al coinvolgimento dei tradizionali canali di diffusione, dalle edicole alle parrocchie.

Avvenire a partire da dicembre darà inoltre il via a una nuova iniziativa editoriale, che durerà fino a febbraio 2014: la pubblicazione a puntate sul quotidiano, ogni mercoledì e venerdì, del libro “La Lista di Bergoglio”, scritto dal suo giornalista Nello Scavo.

Marco Tarquinio, Direttore di Avvenire, ha così commentato: “La storia della testata è la dimostrazione concreta di come l’apertura verso l’innovazione e il cambiamento, con fondamenta solide che ci consentono di non perdere per questo la nostra coerenza, sia la chiave di un successo duraturo. Leggere Avvenire significa infatti ritrovarsi persone nuove nei valori di sempre, per essere insieme “protagonisti nel cambiamento”. Il nostro obiettivo resta sapere abitare il presente, preparando il futuro”.