Carlo Pignatelli veste la Juventus

La Vecchia Signora del calcio ritrova l’eleganza di Carlo Pignatelli. Lo stilista torna al suo amore per il calcio e per la squadra della sua città, la Juventus. Pignatelli, il primo a sperimentare il fortunato connubio tra moda e calcio oltre 15 anni fa, ha infatti firmato le divise ufficiali 2011/12 del team bianconero, del quale è official supplier.

I tifosi bianconeri sognano il ritorno della Juve ad altissimi livelli, in Italia, in Europa e nel Mondo. Proprio come la partnership tra la squadra di Antonio Conte e Pignatelli, nata proprio quando cominciò il grande ciclo di vittorie di Lippi nel 1995 e poi proeseguito fino al 2006 (con Capello), un arco di stagioni in cui la squadra ha festeggiato la vittoria di una Coppa Intercontinentale, una Champions League, una Supercoppa Europea, cinque scudetti (sul campo sette) e due Supercoppe sfoggiando gli abiti firmati dalla maison torinese.

La nuova divisa elegante della Juventus –  composta da abito, cappotto e impermeabile, proposti in un sofisticato midnight blue – si ispira ai completi dei college inglesi, conosciuti per la loro tradizione di competizione sportiva vissuta con eleganza impeccabile: i pantaloni affusolati con risvolto e la giacca dai revers stretti incarnano da un lato lo stile british, dall’altro la sartorialità italiana. Curatissimi i dettagli: la giacca è rifinita con asole vere e impunture amf; la cravatta è impreziosita dal logo jacquard. Il cappotto, fornito di un gilet antifreddo all’interno, e il trench monopetto impermeabile grazie all’utilizzo di un drill ritorto cerato completano il look, insieme alla scarpa Derby in vitello, con suola isolante gommata.