Il web come strumento commerciale

Si tratta di una cifra che nel 2010 è cresciuta del 14% rispetto all’anno precedente, ad un ritmo superiore rispetto ad altri paesi europei (+8% la Gran Bretagna, +12% la Germania), dove le vendite online rappresentano un mercato ormai maturo. 
Questa tendenza conferma che Internet rappresenta un’opportunità davvero significativa per ogni realtà commerciale, anche se le aziende di piccole e medie dimensioni spesso hanno ancora timori nell’approcciare questo canale. Al contrario, Internet consente di aprire le proprie attività commerciali verso il mercato internazionale, se si considera il fatto che il 16% degli acquisti online italiani è stato effettuato dall’estero, con tutti i vantaggi di negozi virtuali aperti 24 ore al giorno senza alcun limite logistico o geografico.
Aprire un negozio su Internet è una decisione strategica, che ogni azienda deve prendere in esame in maniera accurata, definendo in primo luogo i propri obiettivi per poi passare a stabilire quali devono essere i tratti salienti della propria identità online.  Anche la più piccola realtà professionale deve valutare bene i suoi primi passi in rete, senza che per forza questo comporti investimenti  fuori misura a livello di tempo, denaro o riserse tecniche, come invece molte aziende temono.
Piuttosto, si rivela decisamente più importante scegliere il proprio fornitore di servizio Internet in modo oculato ed accurato, puntando magari su un’offerta completa, “all in one”, che consenta di delegare all’esterno tutte le problematiche tecniche legate al dominio, alla creazione del sito, alla costruzione dei canali di e-commerce, potendo disporre di soluzioni semplici, intuitive, facili da usare e da gestire, ma dalla qualità garantita. In questo modo, le aziende potranno dedicare il proprio capitale, sia economico che umano, ai propri obiettivi commerciali, senza doversi per forza preoccupare anche di predisporre gli strumenti tecnologici che li supportino.
Il primo passo da compiere è la scelta del nome e del dominio del proprio sito web.  Su Internet, il dominio è il primo biglietto da visita. Consente di dare credibilità alle proprie attività, assicura la presenza in Internet, garantisce la protezione del proprio marchio ed è anche il modo più rapido di far trovare la propria pagina nel vasto mondo del web.
Una volta registrato, il dominio non potrà più essere cambiato, a meno che non se ne compri uno nuovo, cosa questa che rende una sua scelta ponderata un passo fondamentale della propria presenza sul web. Ci sono tre regole di base, che dovrebbero sempre essere tenute presenti: scegliere un nome facile da ricordare, composto esclusivamente di lettere e legato al contenuto della pagina stessa. Oltre a questo, bisognerà considerare le parole chiave che potranno essere utilizzate per accedere alla propria pagina tramite i motori di ricerca su Internet. Inserendo alcune di queste parole nel nome del dominio, si potrà ottenere un miglior posizionamento presso questi motori, che molte ricerche mostrano essere il primo canale di riferimento per la gran parte dei potenziali acquirenti. Uno studio di Sems conferma infatti che nove italiani su dieci partono proprio dai motori di ricerca per effettuare i propri acquisti online.
Una volta aperto il sito web ed averne definito i contenuti di base, il passo tra la realizzazione di un semplice catalogo da consultare e la possibilità per i potenziali clienti di acquistare direttamente prodotti e servizi è davvero breve. Lo stesso fornitore di servizi di registrazione del dominio e di hosting che ha permesso di aprire il sito potrebe disporre di strumenti utili per la realizzazione di progetti di commercializzazione sicura su internet. Oltre a facilitare la creazione di un negozio online,  questi strumenti consentono di posizionarlo presso alcuni dei canali di marketing più noti della rete, di integrare la propria offerta di prodotti all’interno dei più importanti siti di e-commerce, come eBay o Amazon, e di selezionare le diverse modalità di pagamento. 
Va anche tenuto nella giusta considerazione il fatto che su Internet non vi sono limiti temporali, in quanto  i negozi restano aperti 24 ore al giorno; non ci sono confini geografici, perchè i clienti possono acquistare ovunque si trovino nel mondo; e non c’è la necessità di impegnare personale per presidiare costantemente l’attività. Anche per questi motivi, i negozi virtuali rappresentano senza dubbio il modo migliore per sfruttare il potenziale che un utilizzo del web come struimento commerciale offre alle aziende.

Claudio Corbetta, Managing Director, Dada.pro