Fondo editoria, le coop bussano a soldi

50

Il presidente Salani: “Così a rischio 100 testate”

twitter@SpotandWeb

Serve ”un rifinanziamento del fondo per i contributi diretti all’editoria, che per il 2014 sara’ di 50 milioni di euro, previsti nella Legge di stabilita’. E’ un impegno importante del governo, ma non basta, cosi’ il sistema chiude”. Lo ha detto Mario Primo Salani, presidente dell’Alleanza Cooperative italiane Comunicazione, all’assemblea dell’Editoria cooperativa non profit di idee e di testimonianza, promossa insieme a File, Federazione Italiana settimanali cattolici, Fnsi, Slc-Cgil, Uspi, Art.21.

rota

”Se non si troveranno altri 50 milioni di euro – ha detto Salani – saranno a rischio circa 100 testate e 2000-3000 addetti”.

Franco Siddi, segretario generale della Fnsi, ha sottolineato l’operazione importante per il fondo dell’editoria nella legge di stabilita’.

Pero’ servono fondi adeguati ”da usare per tutelare il lavoro”, ha precisato, e ”va assicurato il piano triennale che veniva chiesto. Il Parlamento consideri il pluralismo come un valore importante: ci si accorge della sua importanza quando scompare. Questa non e’ una realta’ di profittatori, ma di benefattori, e se in mezzo c’e’ qualche profittatore lo denunciamo”.