M-CUBE FIRMA LA PIÙ GRANDE INSTALLAZIONE DIGITAL SIGNAGE IN EUROPA

M-Cube, prima azienda italiana nella progettazione e realizzazione di sistemi di instore radio, instore TV e progetti di comunicazione in digital signage per la diffusione di contenuti multimediali a distanza, ha realizzato per Brian&Barry, il prestigioso multibrand di abbigliamento uomo-donna, la più grande installazione d’Europa in tecnologia digital signage.

Grazie alla partnership con M-Cube e Samsung le vetrine del primo piano dello store di Piazza San Babila si trasformeranno, in occasione della Vogue Fashion Night dell’8 settembre, nella più grande installazione in digital signage d’Europa: 153 monitor Samsung 46’’ seamless saranno infatti gestiti contemporaneamente per creare un video-wall di 102 m2.

Durante la serata, video, foto e immagini spettacolari saranno trasmesse in tempo reale sugli schermi per creare un’atmosfera unica nel cuore di Milano in occasione del grande appuntamento della moda milanese.

Le vetrine di Brian&Barry diventeranno così uno spazio polifunzionale da sfruttare per comunicare con la città, dedicato alla moda ma anche ai lavori di giovani artisti, accademie, istituzioni.

M-Cube, leader nella comunicazione marketing digitale sul punto vendita e primo partner a livello nazionale di Scala, leader mondiale nella tecnologia digital signage, si è occupata della realizzazione del concept e dello sviluppo dell’intero progetto, svolgendo il ruolo di centrale operativa e occupandosi della gestione e del monitoraggio dei palinsesti, fornendo un supporto anche per la creazione dei contenuti.

Leonardo Comelli, Amministratore delegato di M-Cube, ha dichiarato:“Siamo entusiasti di essere stati scelti come partner di questo progetto che riteniamo possa diventare un vero punto di riferimento per la comunicazione sul punto vendita. Legare il nome di M-Cube alla più grande installazione d’Europa in digital signage, tecnologia in cui siamo leader in Italia, è per noi motivo di grande orgoglio e una conferma della qualità del nostro lavoro. Questa partnership ci ha permesso, ancora una volta, di utilizzare il know how tecnologico in nostro possesso per dare vita a un nuovo progetto di comunicazione, sfruttando le potenzialità di una tecnologia in costante evoluzione come il digital signage.”