‘Ci pensa Rocco’, su Cielo il nuovo programma dedicato al sesso

59

Appuntamento il martedì alle 23. Con una nuova versione del Dottor Stranamore

di Giovanni Santaniello

Parlare di sesso in tv non è un’operazione nuova. Dal professor Bossi a Giuliano Ferrara e consorte fino a Camila Raznovich, si sono cimentati in tanti. Per tutti non è stato facile individuare la chiave d’accesso giusta per farlo senza tabù, senza scadere nel volgare o, peggio, nel ridicolo.

rocco

Il prossimo a cimentarsi con l’argomento sarà Rocco Siffredi: un nome, un marchio. Su Cielo (da martedì 5 novembre alle 23) sarà una sorta di dottor Stranamore sui generis che dà i consigli giusti alle coppie che vivono un calo del desiderio.

Ora: la produzione non nasconde che è stata un’impresa scovare le coppie disponibili a raccontarsi e, la si dice tutta, a farsi ridere dietro. L’Italia non è la Germania dove un programma di sesso va in onda nel prime time serale. Ma nemmeno così bigotto come si può pensare.

Certo: il nord e il centro sono stati molto più disponibili a far entrare Siffredi nella loro camera da letto. Ma le prime 12 puntate sono andate. E non è vero che gli italiani tendono a nascondere i loro problemi sotto le lenzuola.

Parola di Renato Mannheimer che con la sua Ispo, al netto dei bugiardi, ha rilevato che oltre il 50% degli intervistati ha dichiarato candidamente di aver attraversato una crisi di coppia e che solo pochi meno hanno, invece, confessato liberamente di aver vissuto momenti di calo del desiderio.

Calo che, per la precisione, colpisce di più i laureati, chi ha 2 o più figli ed è vittima delle crisi economica.

E quindi: la carne a cuocere non manca. E Rocco ha saputo come cucinarla “grazie agli autori che sono stati bravissimi e mi hanno permesso di entrare velocemente in sintonia con le varie coppie. Le quali, dopo aver rotto il ghiaccio, mi hanno raccontato di tutto. Era come vederli andare dal prete a confessarsi…”

L’amico Rocco, dunque, dice che “non si nasce Rocco Siffredri, ma ci si diventa”.

Il problema più diffuso? L’eiaculazione precoce per lui (“Ma ci sono passato anch’io ed è un problema che si può superare”). Il non sentirsi più desiderata per lei (“Ma la donna va corteggiata sempre…”).

Per ora, “Ci pensa Rocco” è stato completamente dedicato a coppie etero. Ma Siffredi, “con l’aiuto dei produttori”, se proprio dovrebbe, si sentirebbe pronto anche ad aiutare coppie omosessuali.

Intanto, il 49enne santone del sesso con il quale Cielo conta di ripetere i successi di Masterchef e The Apprentice (entrambe le trasmissioni sono nate su questa rete), suggerisce di tenersi lontani dai social network: Facebook in testa, costituiscono una vera jattura per chi vuole una vita sessuale soddisfacente con il proprio partner abituale (“Distraggono troppo”).

Antonella D’Errico, direttrice di rete, così, è già pronta a brindare. Un primo passo, del resto, Cielo già l’ha compiuto. “Da gennaio abbiamo raddoppiato lo share medio (che ora è all’1,1%)”. E dai grandi poteri derivano grandi responsabilità, come recita il promo del programma.

(Ps: questa, oltre l’Uomo Ragno, l’ha detta Rocco).