Concorrenza, la Ue verifica gli impegni di Google

Ricerche e pubblicità online: il braccio di ferro sulla posizione dominante

twitter@SpotandWeb

Quattro settimane per presentare pareri e osservazioni sulle nuove proposte di Google per aprirsi maggiormente alla concorrenza nelle ricerche on line e nella pubblicita’ su Internet.

ue

La Commissione europea ha aperto le consultazioni dei concorrenti del colosso californiano per valutare le proposte migliorative presentate da Google nell’ambito del caso aperto per sospetto di abuso di posizione dominante nel settore della pubblicita’ su Internet e delle ricerche on line.

I servizi della direzione generale Concorrenza della Commissione hanno chiesto pareri e osservazioni a concorrenti, ricorrenti e parti terze per verificare le proposte di Google, migliorative rispetto alle prime, gia’ respinte.

Se i pareri saranno positivi, l’Antitrust potrebbe decidere di rendere vincolanti le proposte avanzate da Google, con una decisione formale che potrebbe essere presa la prossima primavera.

Se invece le risposte saranno nuovamente negative, la Commissione potrebbe ritornare al classico iter, ricorrendo alla procedura secondo l’articolo 7 del Regolamento Antitrust, con l’invio delle contestazioni a Google in attesa di una risposta formale da parte della societa’.