Qui Usa, se Bill Gates investe (anche) in una Fiat 500

76

L’uomo più ricco del mondo ha acquisito il 15,26%  della catena di concessionarie AutoNation

twitter@SpotandWeb

Vendere automobili puo’ essere un buon affare, tanto da aver convinto Bill Gates, fondatore e proprietario di Microsoft e l’uomo piu’ ricco del mondo (con 54,5 miliardi di euro) ad investire una rilevante ‘fetta’ di denaro, per l’esattezza 656 milioni di euro, per acquisire il 15,26% del capitale di AutoNation, la piu’ grande catena di concessionarie auto degli Stati Uniti.

500

Tra i 32 marchi che Bill Gates vende agli americani in 15 diversi Stati spiccano – oltre a Ford, GM e Chrysler – anche Fiat, Jeep e i brand del lusso Acura, Infiniti, Lexus, Audi, Bmw e Mercedes, oltre alle sportive Maserati e Porsche.

Dal sito di AutoNation Fiat South Bay, nell’area di Los Angeles, si scopre ad esempio che il ‘venditore’ Bill propone una 500 Pop a 149 dollari al mese, cioe’ poco meno di 108 euro.

I dettagli della partecipazione di Bill Gates nel gruppo AutoNation – fortemente appoggiata dal CEO Mike Jackson, ex numero uno di Mercedes Benz North America – sono stati parzialmente svelati da un report di Bloomberg che ha fornito valori e quote di tutte le partecipazioni delle due fondazioni, la Bill & Amelinda Gates e la Cascade Investments, che fanno capo a Bill Gates e a sua moglie.

AutoNation possiede negli Usa una rete di 267 dealer in cui lavorano circa 20mila persone. Nella scorsa estate il Gruppo ha festeggiato al New York Stock Exchange (dove e’ quotata con la sigla AN) la vendita della novemilionesima automobile dalla sua fondazione, che e’ avvenuta nel 1996 (come Maroone Automotive) per iniziativa dell’imprenditore H. Wayne Huizenga. Posizionata al 177mo posto della classifica 2013 Fortune 500, AutoNation realizza profitti superiori ai diretti concorrenti: nel 2012 ha chiuso con un margine dell’1,98%, meglio dunque di Penske Automotive Group (1,58%) e Group 1 Automotive (1,39%).

Le vendite delle auto nuove, ben sostenute da un’efficace presenta in Internet (Bill Gates docet), hanno permesso ad AutoNation di guadagnare nel 2012 per ogni esemplare consegnato 2.172 dollari, valore che e’ sceso nel 2013 a 2.007 dollari.

Le previsioni del CEO Jackson, come riportato dal Wall Street Journal, sono comunque di ripresa nella parte finale dell’anno, grazie ad un mercato complessivo che potrebbe superare i 16 milioni di unita’.

Per Bill Gates – che possiede tra l’altro anche uno 0,1% della Toyota, valutato 14 milioni di euro – il mondo dell’auto costituisce anche un importante sbocco diretto dei business di Microsoft, che ha una specifica divisione Automotive il cui principale prodotto e’ il sistema operativo Windows Embedded.

Tra le Case che gia’ collaborano con Microsoft ci sono Ford, Fiat, GM, Citroen, Bmw e Volvo, oltre ai principali fornitori di sistemi come Bosch, Siemens e Magneti Marelli.