Il dodicesimo uomo fuori dal campo: Area 12

151

di Giacomo Aricò

L’attesa sta finendo e tra circa un mese, l’8 settembre, il popolo juventino scoprirà la nuova casa della propria squadra del cuore. Il nuovo stadio della Juventus aspetta di essere inaugurato ma già promette di cambiare il calcio in Italia. Vivo sette giorni su sette, nel primo impianto di proprietà italiano non sarà solo il campo da gioco al centro dell’attenzione ma anche una vastissima area commerciale. Tra le altre a metà ottobre aprirà i battenti “Area 12”, un luogo dedicato ai tifosi bianconeri. Si tratta di un centro commerciale attiguo al nuovo stadio che si estende su 34.000 metri quadrati. Lo shopping center, che comprenderà un ipermercato E. Leclerc Conad, negozi, ristoranti e boutique, è legato alla partnership tra Juventus e Nordiconad. Il nome è stato svelato dall’Amministratore Delegato bianconero Aldo Mazzia e dall’Amministratore Delegato di Nordiconad Mauro Lusetti. Il primo ha dichiarato: “Area 12 è un esempio di sviluppo, sia sul piano urbanistico, sia di partnership tra marchi di eccellenza. L’investimento – prosegue Mazzia – delle nostre società, circa 200 milioni, ha permesso di creare centinaia di posti di lavoro: in un momento come questo è un motivo d’orgoglio”.
Gli ha fatto eco anche Lusetti: “Con la Juventus condividiamo la stessa concezione di vita e dello sport: al centro ci sono la famiglia, la possibilità di vivere la partita e lo shopping in modo sereno e sicuro”. Perché l’educazione allo stadio passa anche da qui.