IL NUOVO CORSO DI WIRED

Wired Italia a partire dal numero in edicola il 2 agosto sarà diretto da Carlo Antonelli. Il mensile, già punto di riferimento editoriale per l’informazione sulla tecnologia e l’innovazione, ha riscosso ampio successo anche grazie al sito Wired.it – che a giugno ha superato i 4,8 milioni di pagine viste – e la neonata applicazione per i tablet. Carlo Antonelli avrà il compito di far crescere ulteriormente il magazine mettendolo al centro della realtà in continua evoluzione e proponendosi come una delle piazze dove tutto ciò che è innovazione si incontra.
Molte le nuove firme che arricchiranno il giornale tra cui l’economista Oscar Giannino, il giurista Stefano Rodotà, lo scrittore Niccolò Ammaniti e il pilota Alex Zanardi.

Sette le sezioni del giornale, alcune delle quali già presenti precedentemente.

L’area START – benvenuti nel presente – raccoglie tutte le novità in tema di ricerca, economia, neuroscienze, biologia, geopolitica e cultura digitale, con notizie e anteprime dai rispettivi settori. Fiore all’occhiello le tre rubriche fisse: la prima sui progressi delle teorie economiche firmata dall’economista Oscar Giannino, a seguire quella dedicata agli sviluppi dei diritti (e dei doveri) individuali e collettivi curata dal giurista Stefano Rodotà e infine la pagina sui cambiamenti della società italiana che pubblicherà ogni mese materiali inediti del Censis.

La sezione PLAY – la vita è un gioco serio – è dedicata alle evoluzioni dell’intrattenimento e dell’estetica avanzata: dal cinema alla musica, dall’arte al design, dall’architettura allo sport, per arrivare a letteratura, televisioni, social digitale e sesso, con quattro rubriche fisse: arte, a cura di Massimiliano Gioni (direttore associato del New Museum di New York), sport, a cura di Alex Zanardi, design, a cura di Silvana Annicchiarico (direttore di Triennale Design Museum di Milano) e architettura a cura di Felix Burrichter (direttore della rivista newyorkese di culto di ‘architectural entertainment’, Pin-up).

Oggetti del desiderio e preziosi still-life d’autore (tra i quali i leggendari fotografi del design italiano Ballo+Ballo) con protagonisti i gadget tecnologici e i prodotti più innovativi andranno a popolare l’area FETISH – oggetti del desiderio – mentre all’interno di TEST – provare per credere – saranno raccolte le ‘prove su strada’ dei prodotti appena usciti sul mercato, non solo tecnologici, con una rubrica a cura di Matteo Bordone.

Resta invariato WIRED NO PROBLEM, il manuale pratico di applicazioni tecniche nonché guida fai-da-te alla risoluzione casalinga di problemi tecnologici e alla costruzione di oggetti utili (o improbabili), con una rubrica fissa dell’architetto e designer Enzo Mari.

Con POST – la banca delle idee – sarà possibile leggere una rassegna di interventi teorici a cura di giornalisti ed editorialisti provienienti da tutto il mondo, con due rubriche fisse a cura di Clive Thompson (editorialista di Wired USA) ed Enrico Ghezzi.

Spazio al divertimento e all’ozio, infine, grazie a RELAX – la domenica geek – con i problemi matematici proposti dal saggista Piergiorgio Odifreddi e tre pagine dedicate alla nuova enigmistica: per i più impazienti tutte le soluzioni saranno disponibili su Wired.it.