Nestlè mette il dito nella Nutella

La multinazionale svizzera vuole acquisire la Ferrero

twitter@g_santaniello

La multinazionale svizzera Nestlè mette il dito nella Nutella. A darne notizia, questa mattina, è Repubblica. Il giornale di Ezio Mauro svela che ci sarebbe allo studio un’offerta per la Ferrero.

nute

Sara Bennewitz, la giornalista che firma il pezzo, parla di voci sull’asse Alba – Milano che indicherebbero a breve le nozze tra i due colossi alimentari.

Nel quartier generale di Michele Ferrero, che a 88 anni si ritrova ad essere l’uomo più ricco d’Italia grazie alla sua prelibatezza, si fa sapere che il gruppo non è in vendita.

Ma da Vevey, dove alloggia la Nestlè si preferisce non commentare. Segno che qualcosa in pentola c’è. Tant’è che si starebbero mobilitando anche le banche italiane che nel 2009 consigliarono alla famiglia Ferrero di comprare la Cadbury.

Ferrero International fattura circa 7,8 miliardi di euro, di cui 2,55 miliardi da parte della consociata italiana. Conta 23 mila dipendenti. Ed è guidata, oltra al patriarca Michele, da Giovanni Ferrero, ad del gruppo e unico erede dopo la prematura morte del fratello Pietro due anni fa.

“Ritrovarsi primo azionista del maggior colosso dell’alimentazione mondiale che capitalizza 162 miliardi di euro – osserva Repubblica – potrebbe essere una via per garantire ai produttori della Nutella e affini un futuro ancora più luminoso di quello attuale”.