Qui Omegna, la mostra della caffettiera dell’omino con baffi e papillon

87

Fino al 26 ottobre la storia di un marchio principe del made in Italy

twitter@g_santaniello

Una mostra al Forum di Omegna, sul lago d’Orta, in Lombardia, festeggia gli ottanta anni della mitica Moka Bialetti. Ne dà notizia Repubblica Milano oggi in edicola.

moka

L’omino con i baffi e il papillon che lanciò la regina delle caffettiere è, ormai, un oggetto-cult, simbolo del made in Italy nel mondo, tant’è che un esemplare è esposto anche al MoMa di New York.

La Moka è nata nel 1933 dal genio di Alfonso Bialetti, che prese spunto per il principio che porta a produrre l’espresso, dal lavoro delle lavandaie del lago d’Orta. Fu suo figlio Renato, in ogni caso, che seppe renderlo un prodotto internazionale. Ebbe, infatti, l’intuizione di lanciarne la pubblicità con la caricatura di se stesso disegnata da Paul Campani. Era l’immediato Dopoguerra.

Da allora, la Moka Bialetti, che con la sua base ottagonale poteva raggiungere temperature più alte della classica caffettiera napoletana, ha venduto ben 200 milioni di pezzi in tutto il mondo.

Oggi, sebbene la produzione abbia lasciato Omegna, “l’omino non smette di stupire e segue la moda degli iPhone colorati con la serie ‘Fiammetta’ (‘Più colore alla tua pausa’ èmlo slogan) e con la curiosissima Moka Alpina – informa Repubblica – dal coperchio a forma di cappello verde con tanto di piuma”. Naturalmente, è a tiratura limitata. O semplicemente visionabile alla mostra fino al 26 ottobre.