MTV e Millenials Generation

Servizio di Giacomo Aricò

MTV parte dal pubblico. Da quello più giovane, quello dei Millenials. Un nome che indica le generazioni nate al tempo di Internet, sempre iperconnessi e multitasking, che conoscono un mondo senza più confini e sono consapevoli di farne parte. Alla presentazione dei programmi per l’autunno 2011, Mtv ha così indicato questo pubblico del futuro: ragazzi tra i 14 e i 24 anni, che crescono in Italia o in altri Paesi di ogni continente, che comunicano oltre confine combattendo per il proprio futuro, individualisti e ambiziosi, che considerano l’amicizia un sentimento onnicomprensivo, dettato da libertà, autodeterminazione, fiducia e onestà.
È insieme e grazie alle giovani generazioni che Mtv continua a crescere, rinnovandosi ogni volta e adattandosi alla velocità dei nostri tempi. Lo stesso logo cambia e da luglio si presenta in una nuova veste grafica, in cui appaiono i protagonisti dell’emittente, composto solo da ‘Mtv’ senza più ‘Music Television’, con il network televisivo che racchiude non solo la musica ma anche nuovi programmi e appuntamenti, dal reality fino alle serie tv.

Una tv che coinvolge e rende protagonisti i giovani che, come dice l’Amministratore Delegato di Mtv Italia Gian Paolo Tagliavia, “mai come in questi tempi sono tornati ad essere dei ventenni attivi e partecipativi: in occasione del referendum, al di là di chi ha vinto, il voto dei ragazzi di venti anni è stato importante come numeri”.
Un movimento che nasce anche dal progetto sociale di Mtv, “Io Voto – Adesso Tocca a Noi”, una campagna che spinge i ragazzi a partecipare attivamente nelle scelte politiche per costruirsi un futuro migliore.
Lo stesso Tagliavia, cerca così di spiegare quello che deve essere per Mtv l’utente di riferimento: “Una ragazza tra i venti e i venticinque anni, arrabbiata perché ha poco tempo, che vive in una grande città del nord”.
Immediatezza e coinvolgimento, questi gli ingredienti per catturare il pubblico. Non solo attraverso la musica, ma anche attraverso programmi che hanno già riscontrato un enorme successo di pubblico e di critica come “Il Testimone” di Pif che tornerà nelle nuove puntate nel 2012, o come il divertente e irriverente “I Soliti Idioti” di Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio.

In particolare quest’ultimo, sta ottenendo un successo tale che ha già esplorato ed esploderà nuove vie di comunicazione. Lo show di sketch e di situazioni comiche grottesche è diventato un cult della televisione tanto da superare i confini del tubo catodico con un Tour Teatrale Sold Out (ultima tappa a Torino il 16 luglio) e un film in uscita nelle sale in autunno, il 4 novembre. Politicamente scorretti, pungenti, dissacranti attenti a tutto ciò che l’Italia e gli italiani riescono a mostrare di loro stessi, tra tic, nevrosi e auto ironia. Per lasciare spazio alle riprese del film, che inizieranno il prossimo 25 luglio, la quarta serie de “I Soliti Idioti” tornerà su Mtv nel 2012.
Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli, ovvero il “Nongio –Nongiovane”, hanno espresso con simpatia la soddisfazione per la riuscita del programma e hanno anche preannunciato l’uscita di un libro, sempre ispirato ai personaggi degli sketches. Francesco Mandelli, a proposito del film, ha detto che “si tratta di una sfida che accettiamo con piacere, anche per combattere lo scetticismo che scatta quando si cerca di trasferire un programma di successo dalla tv al grande schermo. Già per il teatro ci siamo adattati alla grande, puntando molto sulle canzoni e la musica. Nel cinema non faremo un insieme di gag ma costruiremo una storia con una narrazione che si evolve e si sviluppa in una trama”.
Passando alle novità ci sarà spazio per un docureality, “Ginnaste”, in cui le telecamere di Mtv seguiranno per tre mesi la squadra di sette giovani ginnaste che hanno l’obiettivo di vincere i Mondiali di Tokyo a ottobre, mentre a inizio 2012, per un programma condotto dal rapper Marracash, dal titolo “Spit”, incentrato sulle sfide di rap dove giovani artisti racconteranno a suon di rime la “loro” attualità.
Mtv è anche sguardo sul mondo, proseguono infatti le storie di “Mtv News” la cui testata è stata premiata recentemente con il Premio Ilaria Alpi per il miglior reportage lungo con la storia “Libia: i ragazzi e la rivoluzione”. In autunno ci saranno nuove storie di giovani che raccontano la loro realtà in presa diretta, senza filtri e censure.
Oltre alle produzioni italiane, sono arrivo direttamente dagli Usa: “Teen Wolf”, una serie tv pronta a bissare il successo di format come “True Blood” o “Twilight”, raccontando i giovani attraverso un ragazzo che si trasforma in un lupo mannaro; “From Above”, un documentario che spiega la storia di 5 giovani ragazze che vogliono sfondare nello showbiz; “Plain Jane” dove la modella e giornalista di moda Louise Roe cercherà di trasformare e dare fiducia in se stesse a giovani ragazze insicure.
A settembre inoltre arrivano su Mtv Italia, direttamente da Firenze, i protagonisti di “Jersey Shore”, la produzione più famosa della storia di Mtv, dove si scoprirà cosa hanno combinato nei loro 45 giorni di permanenza in Italia, a Firenze appunto, dove tra il lavoro in pizzeria, le serate in discoteca e i nuovi amori italiani, gli italoamericani di Mtv hanno scoperto che in Italia è tutta un’altra vita.
Piccola anticipazione: nel 2012 arriverà “I used to be fat”, un docureality che pone l’attenzione sul mondo dell’obesità adolescenziale.
Ovviamente non potrà mancare la musica. Nonostante sia cambiata la fruizione della musica, con il web sempre più in espansione, canzoni, video e live continueranno a giocare in casa su Mtv.
Appuntamenti da non perdere nel prossimo autunno saranno gli “Mtv Video Music Awards” (28 agosto a Los Angeles), gli “Mtv Europe Music Awards” (da Belfast, il 6 novembre).
Tornerà poi l’appuntamento con la Vj Valentina Correani che condurrà “Hitlist Italia”, la storica classifica di Mtv, direttamente dallo studio con vista sullo skyline di Milano, che ospiterà tanti artisti per chiacchierare con loro e fare ascoltare la grande musica dal vivo (dal 1° ottobre appuntamento ogni sabato alle 14.00 e poi infrasettimanale una nuova striscia quotidiana).
Infine spazio alla rete con “Mtv New Generation”, un progetto innovativo e multimediale con il quale nuovi talenti possono realizzare il sogno di vedere il loro videoclip in rotazione in tv e sul web. La piattaforma è online dal 24 gennaio, e raccoglie più di 2500 schede di artisti e band con oltre 5000 contenuti.
Cliccando e ascoltando, sempre e ovunque. Occhi sul mondo, protagonisti del futuro. Crescere, vivere in pieno, con la musica che più ci rispecchia a farci da colonna sonora nell’avventura del domani.

 

 

 

Intervista a Valentina Correani