1to1lab lancia Mind Shopper Insight – Brand 3D

1to1lab, partner di Publicis Retail, l’unità operativa di Publicis specializzata in Retail & Trade Marketing, annuncia il lancio di un nuovo studio di Shopper Marketing “Mind Shopper Insight – Brand 3D”.
In una strategia di retail marketing basata sul miglioramento della visibilità dei prodotti, il fattore critico nasce da una somma di elementi quali la percezione dello scaffale, dei prodotti, delle confezioni, dei brand e della comunicazione associata ad ogni categoria di prodotti. Ma come valutare tutto questo e come valutare il potere di ogni singolo brand?
A queste domande e a molte altre verrà data risposta da questa ricerca che prevede l’analisi della forza di ogni singolo brand, durante il processo di acquisto, nei confronti di un competitor attraverso la valutazione di tre linee di forza: emozione, esperienza d’uso e performance.
Con Emozione si intende quei sentimenti che il consumatore mette in gioco più o meno consapevolmente in ogni percorso di acquisto, il valore della Performance invece è relativa al grado di soddisfazione del cliente sulla funzionalità e qualità del prodotto ed infine il valore di Esperienza si basa sul rapporto che si è instaurato nel tempo tra il consumatore e il prodotto.
Per i brand che parteciperanno allo studio, la ricerca si propone anche di verificare quale sia il reale posizionamento, per ogni linea di forza, rispetto ai valori medi dei principali competitors di categoria.
Grazie alla collaborazione di Carrefour lo studio avverrà nel prossimo novembre su un campione di consumatori presso l’Ipermercato di Assago.
Gli strumenti utilizzati saranno quelli di Neuromarketing per la misurazione dei pattern cognitivo-emozionali associati alla decisione di acquisto e il Videorecorder. Il primo rileva contemporaneamente e in tempo reale numerosi parametri fisiologici e neurologici di un individuo. Il secondo rileva l’esperienza vissuta in prima persona del consumatore, registrando ciò che egli vede e sente dal suo personale punto di vista. Entrambi gli strumenti saranno integrati da interviste motivazionali.

Ai consumatori verrà infatti chiesto di svolgere alcuni compiti davanti agli scaffali, ovvero simulare l’acquisto di 10/15 prodotti. Inoltre ogni attività dello shopper sarà oggetto di un’osservazione a distanza da parte di un operatore dell’istituto volta a rilevare i percorsi e comportamenti dell’utente.

“Grazie ai numerosi studi di Neuromarketing realizzati nell’ambito dello shopper marketing – afferma Francesco Gallucci, presidente di 1to1lab, “Sappiamo che il miglioramento della percezione dei brand, dello scaffale, dei prodotti, delle confezioni e della comunicazione associata ad ogni categoria di prodotti è diventato il fattore critico più importante di una strategia di retail marketing di successo”.

“Le mille domande che la marca si pone quando si trova sullo scaffale potranno trovare finalmente una risposta concreta – dichiara Paolo Maruca, (nella foto) direttore di Publicis Retail – “Lo studio, che è il primo nella GDO, genererà un incredibile fonte di informazioni e dimostra quanto la nostra Unit sia innovativa nell’approccio, di rilievo per questo mercato e di quale calibro siano i partner che la compongono”.