Rcs, il dente avvelenato della Santanchè: “Senza di me, si perdono posti di lavoro”

Ma l’assalto ai periodici della parlamentare del Pdl è stato bloccato proprio dai giornalisti

twitter@SpotandWeb

”Mi dispiace moltissimo”. Cosi’ la parlamentare del Pdl Daniela Santanche’ commenta la scelta di meta’ giugno da parte di Rcs di non accettare la sua offerta per alcuni periodici (come Novella 2000, Visto e Astra) privilegiando invece quella di Alfredo Bernardini de Pace.

Maurizio Costanzo Show”Ero stata chiamata la sera prima per firmare – risponde Santanche’ all’Ansa a margine dell’assemblea di Bioera – e poi il sindacato (cioe’ il comitato di redazione, l’organo sindacale dei giornalisti, dei periodici Rcs, ndr) ha fatto quello che ha fatto: mi dispiace che un’operazione ideologica abbia fatto perdere posti di lavoro”.

La parlamentare del Pdl nel campo editoriale sta ”guardando ad altro” che potrebbe essere concretizzato a breve: dovrebbe realizzare una ”piccola acquisizione” non con D1 partecipazioni, holding finanziaria fondata nei mesi scorsi e che si era ipotizzato potesse servire all’operazione con Rcs, ma con un diverso ‘veicolo’.