Made in Italy, ecco l’università che forma i manager ad hoc

Si tratta della Liuc, l’Università Cattaneo di Castellanza, in provincia di Varese. Dove si fa lezione in inglese e a diretto contatto con le aziende. Anche se Letta sostiene che la migrazione dei nostri marchi all’estero è tutt’altro che un fatto negativo

twitter@SpotandWeb

Per il premier Letta “non e’ un fatto negativo” se imprese straniere acquistano i marchi italiani. Anzi “il problema – ha detto oggi il presidente del Consiglio – e’ attrarre investitori stranieri”. E per questo motivo il suo Governo, a settembre, lancera’ un piano per attrarre capitali stranieri.

manager

Sta di fatto che proprio in tempi di marchi italiani in fuga dal nostro Paese, c’e’ chi punta sulla formazione ad hoc per neolaureati, specifica nella gestione del Made in Italy in versione 2.0. Una formazione multisettoriale che fornisca gli strumenti necessari per supportare i futuri manager nel difficile compito di confrontarsi con nuove sfide e nuovi mercati.

Cosi’, la Liuc-Universita’ Cattaneo di Castellanza, in provincia di Varese, ha deciso, primo ateneo in Italia, di istituire un nuovo corso di laurea magistrale in Economia aziendale e Management, tenuto in lingua inglese, con un percorso specifico in ‘Made in Italy: Entrepreneurship and Management’.

Il corso prevede un programma didattico specifico sulla gestione di un comparto particolare come il Made in Italy, composto da settori diversi tra loro, ma comunque accomunati dalla passione per la qualita’, la valorizzazione del dettaglio, l’attenzione al territorio e alla filiera locale e, per la maggior parte, da strutture a conduzione familiare o imprenditoriale.

Catturate dall’esclusivita’ del progetto, importanti aziende, fondazioni e associazioni del panorama produttivo italiano hanno deciso di aderirvi, entrando a far parte del comitato d’orientamento del corso per offrire agli studenti il contributo della loro esperienzia.

Fanno parte del comitato Aida Partners Ogilvy Pr, Anci, Anima, Caffarel Spa, Centromarca, Ermeneia Studi & Strategie di Sistema, Federchimica, Federmanagement, Fondazione Edison, Fondazione Gianfranco Ferre’ e Smi – Sistema Moda Italia.

Questo corso incarna la doppia anima della Liuc, un’universita’ votata alla formazione internazionale degli studenti tramite insegnamenti in inglese e la possibilita’ di svolgere periodi di studio all’estero e a stretto rapporto con le aziende.

“Il Made in Italy fa grande l’Italia tutti i giorni – afferma Rodolfo Helg, direttore della Scuola di Economia e Management – ma cosa fa l’Italia per il Made in Italy? Noi abbiamo fatto quanto in nostro potere per supportare un comparto che ha bisogno di tutto l’aiuto possibile: ci siamo confrontati con le imprese, chiedendo loro di che tipo di risorse avevano bisogno, quali fossero le competenze irrinunciabili in questo momento e insieme a loro abbiamo stilato il programma di questo corso”.

“L’obiettivo e’ semplice: formare i manager che traghetteranno nel mondo le imprese italiane, rinnovate nelle strategie e nell’approccio al lavoro e alle relazioni. Insomma – conclude – come dei partner aziendali, vogliamo fornire alle imprese italiane le risorse per ridipingere un Made in Italy 2.0”.