Rcs: con Cairo nel salotto buono di via Solferino, il titolo vola

139

Questa mattina, il listino della holding che controlla il Corriere della Sera è arrivato a segnare +6,5%

twitter@g_santaniello

Urbano Cairo entra in Rcs e questa mattina il titolo della holding che edita anche il Corriere della Sera vola in Borsa con un botto del 6,5%.

CONFERENZA STAMPA CAIROLa mossa del proprietario del Torino Calcio che si accomoda, quindi, nel salotto buono di via Solferino, è piaciuta agli investitori. Era lui il mister x dell’inoptato Rcs all’indomani della ricapitalizzazione. Ma Cairo entra in Rizzoli, ha tenuto a precisare, ”in punta di piedi”.

Il proprietario di La7 ha acquistato quasi 12 milioni di azioni del gruppo editoriale raccogliendo poco meno del 3% del capitale per un investimento che sfiora i 15 milioni di euro.

L’editore originario della provincia di Alessandria ha spiegato che si tratta di ”una piccola partecipazione, circa il 2,8%”. Che si tratta di ”un’operazione di un editore puro che crede nell’editoria”. E che ha voluto dare il suo contributo “con molto rispetto per chi c’e’ gia”’.

Nel dettaglio, Cairo, nei giorni scorsi, tramite la propria controllata U.T. Communications S.p.A., ha proceduto all’acquisto di 11.989.643 azioni ordinarie di RCS Media Group.

”E’ un investimento a titolo personale – ha spiegato – C’era questa opportunita’ e l’ho considerata una cosa da fare: sono affezionato a Rizzoli che nel 1996, quando ho iniziato la mia attivita’, mi diede fiducia”.

La mappa degli azionisti del gruppo che edita il Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport, quindi, si definisce in attesa della riunione del patto di sindacato (in cui ci sara’ il primo contatto diretto con i nuovi pesi dei soci dopo la salita della Fiat al 20,1%) e del Cda: entrambi in programma il 31 luglio.

Entro meta’ settembre andranno poi date le disdette per quanti vorranno uscire dall’accordo in scadenza a marzo 2014. L’attesa e’ che, a fine luglio, vengano affrontate le varie ipotesi sul futuro del patto stesso, incluso uno scioglimento, anticipato o meno, o una riformulazione in versione ‘light’.