Prix Italia, Fassino candida Torino come sede permanente

113

Il sindaco: “La cultura è la cifra identitaria della nostra città”

twitter@SpotandWeb

Torino vuole diventare la sede permanente del Prix Italia. Lo ha detto oggi il sindaco, Piero Fassino, alla presentazione della 65/a edizione del Prix, il festival internazionale della comunicazione radiotelevisiva (21-26 settembre).

fassinoNato nel 1948, il Prix Italia e’ oggi un appuntamento culturale di livello tale da essere considerato punto di riferimento internazionale (46 in Paesi presenti per l’edizione 2013).

Torino, che ha ospitato le ultime 5 edizioni, si propone per diventarne la sede permanente. ”La cultura e’ la cifra identitaria della nostra citta’ – ha detto Fassino – e il Prix Italia e’ evento ideale per esprimere questa vocazione. Lo vorremmo in modo permanente non solo per onorare una tradizione, ma per consolidare una vocazione e farne un tratto distintivo che tiene insieme il nostro passato, il presente e il futuro”.

Torino, secondo Fassino, sarebbe la sede ideale del Prix sia per la storia del festival che per la storia della citta’. ”La Rai e’ nata a Torino, a Torino ha sede di un centro di produzione Rai, a Torino ha sede l’Orchestra sinfonica della Rai, a Torino e’ nato il cinema. Senza contare che Torino vanta una tradizione di cultura ‘alta’ che fa parte della sua vocazione. Per tutto questo, e molto altro ancora, il nostro sforzo e’ di far diventare il Prix Italia un evento permanente della citta”’.