Toponline: Topolino dalla carta all’iPad

Servizio e interviste di Giacomo Aricò

Il destino ce l’aveva in quel nome, Mickey Mouse. Quell’interfaccia tra noi e lo schermo, il mouse appunto, quella comunicazione bidirezionale esplosa poi con il web 2.0.
Il nostro “Topolino”, patrimonio di intere generazioni, vecchie e nuove, sbarca sull’iPad, stando perfettamente a passo con i tempi, rinnovandosi con energia. Il passaggio dal cartaceo alla nuova piattaforma digitale è stato presentato dalla Walt Disney Company Italia, un nuovo progetto editoriale che rende sinergici il magazine e il nuovo sito (www.topolino.it).
Si tratta di un fatto storico, poiché “Topolino” sarà il primo periodico a fumetti per ragazzi in Italia a essere disponibile su iPad, continuando però a garantire i classici contenuti a cui i lettori, grandi e piccini, sono affezionati.

Un passaggio epocale, pensato per i ‘nativi digitali’ ovvero i giovani ragazzi nati negli anni Duemila, coloro che hanno imparato a leggere davanti a uno schermo e che non sfogliano ma cliccano.
“Occorre trasformare il magazine, declinarlo e adattarlo a quelli che sono definiti i New Media, senza tuttavia scontentare il pubblico di appassionati adulti che seguono fedelmente le pagine a fumetti ogni settimane” ha detto il Direttore di “Topolino”, Valentina De Poli che ha trovato nella Disney “la nostra unicità, che sul giornale passa soprattutto attraverso i nostri personaggi”. Il Direttore, in carica dal 2007, ha poi concluso: “È un contenuto che solo noi possediamo e le nuove tecnologie sono un’opportunità per potenziare la loro forma comunicato”.

Il cartaceo, grande esattamente quanto un iPad, quindi si completa con le piattaforme digitali, attraverso la navigazione del sito che rende i lettori e tutti gli appassionati più interattivi e coinvolti.
Il sito, completamente rinnovato, presenta infatti diverse sezioni, in cui è possibile scrivere, commentare, giocare e crearsi addirittura un proprio avatar (‘avatar machine’)con i classici tratti disneyani, fino a migliaia di combinazioni. Presente anche una community Disney attraverso cui si può interagire con i personaggi del fumetto e con i giornalisti della redazione, ciascuno presente con il proprio blog.
A tal proposito, Carlotta Saltini, Chief Marketing Officer per la The Walt Disney Company Italia, ha così commentato: “Le nuove tecnologie ci consentono di valorizzare questo enorme patrimonio, che da sempre contraddistingue la Company, permettendo ai ragazzi di entrare in contatto, da qualunque luogo e in qualunque momento, con il magico mondo di Disney”.

E proprio come il sito, anche la versione cartacea dal 6 luglio si presenta con una nuova veste grafica, cambiando volto alla sezione dei redazionali presenti sul giornale. In particolare nell’area redazionale, una novità importante è rappresentata dall’introduzione dell’infografica, un nuovo linguaggio capace di parlare per immagini garantendo una maggiore immediatezza.
Troveranno poi spazio le storie, vero fulcro del magazine, con rimandi e riferimenti al futuro, l’iPad (Zio Paperone presenta infatti “l’iPap” come la prossima rivoluzione).
Dal 6 luglio si potrà sfogliare “Topolino” sul nuovo device, o su computer, abbonandosi al magazine dal sito www.abbonamenti.it. Registrandosi al sito e acquistando l’abbonamento, si riceveranno username e password per leggere il giornalino dal sito stesso, oppure dall’iPad dopo aver scaricato dall’ app store l’applicazione gratuita abbonamenti.it. Si può scegliere tra tre formule: 8, 26 o 52 numeri.

La presentazione di questo rinnovamento è avvenuta all’interno della mostra “Topolino: ieri, oggi e domani”, allestita presso “Wow Spazio Fumetto” che aprirà i battenti domani 6 luglio fino al 31 dello stesso mese. Sarà possibile ripercorrere passo dopo passo tutta la storia del celebre personaggio Disney, capire come le tecniche grafiche sono cambiate negli anni, con la rivoluzione digitale avvenuta a inizio anni Novanta. Pannelli informativi, tavole originali, pellicole, acetati, menabò, timoni e preziosi materiali d’archivio che illustrano le varie fasi di redazione. Dalla prima stampa datata 1932 e realizzata dall’editore fiorentino Giuseppe Nerbini, a oggi, in cui trovano spazio anche i più piccoli che, attraverso laboratori e visite scolastiche (elementari e medie) in redazione, imparano come nasce un giornale e ne realizzano uno in prima persona. Il progetto si chiama “Tutti a bordo” e Valentina De Poli ne è molto contenta: “La passione e l’attenzione con cui si dedicano a queste attività è segno che ‘Topolino’ è in grado di risvegliare l’interesse dei ragazzi, stimolando la loro creatività e intelligenza”.

All’incontro è intervenuto anche Francesco Morace, Sociologo, scrittore e “Presidente di Future Concept Lab” sottolineando come questo passaggio dal cartaceo al digitale si un importante laboratorio di conversione e comunicazione di diverse generazioni.

I bambini come gli adulti. Topolino ha sempre unito tutti quanti, diventano un pezzo della nostra società, un simbolo per tutti noi. Un personaggio educativo e divertente allo stesso tempo. Soprattutto a passo con i tempi, capace di adattarsi alla velocità di questi tempi e alle nuove piattaforme. Non più solo leggendo e sfogliando le pagine, ma adesso anche cliccandole.
Facendo innamorare chi nasce con i nuovi media in casa. Con quel mouse che permette di crescere e sognare diventano i grandi del domani.

 

 

Ascolta l’intervista a Carlotta Saltini – Chief Marketing Officer per “The Walt Disney Company Italia”

 

 

 

 

 

Ascolta l’intervista a Valentina De Poli – Direttore di “Topolino”

 

 

 

 

 

 

 

Ascolta l’intervista a Francesco Morace Sociologo, scrittore e “Presidente di Future Concept Lab”