Acquisti online: le donne conquistano l’e-commerce

logo al femminile.jpgAlfemminile.com ha partecipato alla ricerca realizzata da ContactLab e Netcomm sui comportamenti di acquisto online, basata anche sulle risposte di oltre 440 utenti del portale web dedicato al mondo femminile. I risultati emersi dallo studio rivelano che 8 lettrici su 10 acquistano online, a fronte di una media nazionale di un utente internet italiano su tre.

Praticità e velocità sono due qualità che le donne moderne apprezzano in maniera particolare, perché nella vita frenetica di tutti i giorni permettono di guadagnare tempo e risparmiare energie: per questo il web è una fonte inesauribile di informazioni e di scelta, che le utenti di alfemminile.com sanno sfruttare, rimanendo sempre “connesse”.

Il 90% di loro infatti è sempre online a casa, al lavoro o in ufficio, e di queste il 70% passa almeno 2 ore a navigare sul web. Il momento migliore è la sera, dalle 21 alle 23: un dato che conferma il fatto che andare online è un modo per cercare, informarsi e perché no, fare acquisti, nei momenti di relax.

Lo smartphone si rivela il migliore amico delle donne anche nei momenti di pausa e tempo libero: le situazioni in cui più spesso capita di utilizzarlo per navigare sono i momenti di attesa (in coda in posta o dal medico) ma anche a casa davanti alla TV, perché maneggevole e immediato anche sul divano.

La propensione all’utilizzo della connessione via smartphone è forte per chi non lo sta già utilizzando: secondo l’analisi realizzata da ContactLab più della metà delle utenti di alfemminile.com intervistate pensa che lo utilizzerà nel prossimo anno (58%). Il processo di acquisto tramite mobile in Italia, d’altra parte, sta crescendo significativamente e lo dimostrano i dati nazionali: il 20% degli utilizzatori di un dispositivo mobile (smartphone e tablet) ha effettuato acquisti su un sito di e-commerce – che in proporzione corrisponde al 6,7% del bacino utenti internet del Paese.

Le lettrici di alfemminile.com hanno un feeling particolare con lo shopping online: ben l’82%, infatti, utilizza l’e-commerce. Emerge quindi uno spaccato che si differenzia da quello italiano e che sottolinea una maggiore propensione ad affidarsi al virtuale rispetto al reale per comprare rispetto alla media nazionale (34%).

I dati relativi alle utenti di alfemminile.com rispecchiano quindi maggiormente il trend dei comportamenti di acquisto degli altri Paesi europei: in Inghilterra nove utenti su dieci acquistano online, in Spagna lo fa un utente su due.

Informarsi visitando il sito del brand, i forum o cercando recensioni nel web per le utenti di alfemminile.com è un’attività preliminare all’acquisto che viene svolta in maniera diffusa prima di effettuare un acquisto online ma anche prima di recarsi fisicamente in un negozio: l’82% di chi acquista in negozio si informa online prima di decidere. Il web è quindi una vetrina e uno strumento determinante che influenza e indirizza le scelte delle utenti, anche di quelle che fanno acquisti esclusivamente offline. Basti pensare che, in generale, il 96% di chi naviga nel web, si informa online per avere più informazioni su prodotti e marche.

Il punto di riferimento principale per informarsi online è il sito ufficiale del brand a cui seguono i forum e i social network, dove le donne cercano per la maggior parte feedback sui prodotti e il confronto con le esperienze degli altri.

La sempre maggiore confidenza con gli strumenti online permetterà di abbattere le barriere di resistenza all’e-commerce che sono ancora diffuse, come verrà illustrato più avanti. Un segnale positivo in questa direzione è che quasi la metà delle utenti intervistate si dimostra propensa a entrare nel mondo dell’e-commerce (52%).

Dando un sguardo alle categorie merceologiche, le utenti di alfemminile.com negli ultimi 12 mesi hanno acquistato almeno un prodotto beauty (51%), media/entertainment o un accessorio fashion (entrambi al 47%), dimostrando un profilo diversificato su diverse categorie e svelando una preferenza alla sperimentazione dell’e-commerce soprattutto per i tradizionali prodotti indirizzati al pubblico femminile.

Diverso è il quadro nazionale, dove negli ultimi 12 mesi il 40% degli online shopper ha acquistato almeno un prodotto di abbigliamento: questo è il segmento più ampio di acquirenti online, seguito da chi ha acquistato biglietti di trasporto (35%), e da chi ha comprato prodotti tecnologici (31%).

I siti specializzati e gli store online dei rivenditori sono considerati i migliori per fare acquisti rispettivamente dal 45% e dal 43% delle intervistate, che li considerano più affidabili e completi: le donne sono molto accurate quando si tratta di scegliere cosa acquistare, per questo motivo la qualità delle informazioni fornite sui prodotti e i servizi ha un peso molto rilevante.

Nonostante le lettrici del portale dedicato all’universo femminile si rivelino molto positive all’utilizzo dell’e-commerce, si registrano anche delle resistenze. Il legame con il negozio fisico e il rapporto diretto con il commerciante rimangono, in linea con il dato nazionale ContactLab/Netcomm, i plus dello shopping tradizionale e i principale motivi di resistenza alla conversione al nuovo trend online.

Inoltre, i dubbi circa il livello di assistenza fornito al cliente successivamente all’acquisto e iproblemi logistici legati alla ricezione del prodotto sono altri due fattori che scoraggiano le utenti ad affidarsi al web per lo shopping.

Ad ogni modo, ogni donna aspira all’acquisto perfetto e la costante evoluzione del web sembra proprio procedere in questa direzione.